Lunedì, 18 Ottobre 2021
Attualità Oderzo

“Tecnico per l’automazione e i sistemi meccatronici”: corso al via nell'opitergino mottense

La frequenza è subordinata al superamento di una selezione composta da test di inglese, informatica, cultura tecnica di base (conoscenze a livello di scuola secondaria di secondo grado) e un colloquio attitudinale. Al termine del biennio va sostenuto un esame davanti ad una commissione ministeriale

Its Academy Meccatronico Veneto, ad ottobre nell’Opitergino-Mottense parte il corso biennale “Tecnico per l’automazione e i sistemi meccatronici”, rivolto a 24 neodiplomati di scuola superiore. Durante il percorso formativo, a numero chiuso e della durata di 2.000 ore (1.200 ore di lezione in aula e di laboratori, 800 ore di tirocinio in azienda), gli studenti acquisiranno apposite competenze per realizzare, integrare, controllare macchine e sistemi automatici destinati ai vari tipi di produzione. Si tratta di una figura specializzata e altamente richiesta. La frequenza è subordinata al superamento di una selezione composta da test di inglese, informatica, cultura tecnica di base (conoscenze a livello di scuola secondaria di secondo grado) e un colloquio attitudinale. Al termine del biennio va sostenuto un esame davanti ad una commissione ministeriale. Verrà rilasciato un titolo statale, nello specifico un diploma con valore legale di Tecnico Superiore V livello europeo - Qualifiche EQF. Le domande di partecipazione devono essere presentate entro le 12 del 15 luglio sul form on-line presente sul sito www.itsmeccatronico.it. Le selezioni, invece, si terranno il 16 luglio.

«Si tratta di una nuova importante opportunità offerta dalla Regione Veneto per i neodiplomati e per le imprese del territorio -commenta la sindaca, Maria Scardellato Muli- Una scuola di specializzazione, alternativa all’Università, molto vicina e integrata con il mondo del lavoro. Le aziende necessitano di personale preparato con specifiche competenze tecniche e caldeggiano lo sviluppo di questo tipo di scuola. I giovani, dal canto loro, avranno la possibilità di sperimentare sul campo quanto appreso in aula; una volta terminato il corso biennale avranno ottime prospettive di assunzione. L’invito ad iscriversi è rivolto ai ragazzi dell’Opitergino-Mottense, e non solo. Ci auguriamo in una buona risposta perché servono i numeri per iniziare. Poi siamo sicuri che sarà un successo. Ancora una volta la soluzione vincente è fare rete. Rete tra mondo della scuola, delle famiglie e mondo del lavoro, tra Regione Veneto e privati e tra Comuni».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Tecnico per l’automazione e i sistemi meccatronici”: corso al via nell'opitergino mottense

TrevisoToday è in caricamento