menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Natale a Oderzo: la parola d'ordine è solidarietà

Dal 1 dicembre al 6 gennaio "Oderzo è Natale": più di venti appuntamenti con musica, tradizioni e intrattenimento nel segno della beneficenza. Finora il Comune ha raccolto più di 27 mila euro devoluti al territorio di Rocca Pietore, flagellato dal maltempo

«Sarà un Natale più bello e ricco del solito». Con queste parole il sindaco Maria Scardellato ha presentato, nella tarda mattinata di martedì 27 novembre, il programma di eventi "Oderzo è Natale", la rassegna natalizia che dal 1 dicembre fino all'Epifania animerà le festività degli opitergini.

Nei giorni scorsi la cancellazione forzata dell'evento "Natale in bosco", per rispetto e solidarietà nei confronti delle popolazioni bellunesi flagellate dal maltempo, aveva portato molti cittadini a pensare che il Natale in città sarebbe stato più modesto e di basso profilo rispetto agli anni scorsi. La smentita è arrivata poche ore fa quando l'amministrazione comunale e le associazioni di volontariato locali, coordinate dalla Pro Loco opitergina, hanno presentato il frutto del loro lavoro, messo in piedi a tempo di record. "Oderzo è Natale" vanta un programma con una ventina di eventi nel segno della solidarietà. Il cartellone è frutto di un lavoro collettivo partito dall'assessore Lara Corte e sostenuto con grande entusiasmo da tutto il mondo del volontariato opitergino. Dal 1 dicembre al 6 gennaio la città si animerà di eventi e iniziative mirate a coinvolgere tutta la cittadinanza grazie alla collaborazione di associazioni come Forò, Oderzo Cultura, Kantiere Misto, la Confraternita del Raboso Piave, l'organizzazione ArtVen, la scuola di alpinismo di Oderzo-Motta-Ponte di Piave e Salgareda, il Cai di Oderzo e l'Avis opitergina. Si partirà con il concerto itinerante della Funkasin Street Band nelle strade del centro, a partire dalle ore 17 di sabato 1 dicembre, mentre il giorno successivo (domenica 2 dicembre) la terza edizione dell'amatissima marcia dei Babbi Natale completerà un weekend inaugurale destinato a lasciare il segno.Venerdì 7 dicembre da non perdere l'incontro in Piazza Grande alle ore 18 con Francesca Gallo che parlerà di alberi e fisarmoniche in un evento che unirà musica e intrattenimento per grandi e piccini. Il giorno dell'Immacolata sarà inaugurato, come da tradizione, il presepe di San Bernardino mentre a ridosso del Natale, domenica 23 dicembre, ci sarà la Castagnata in Piazza Grande a partire dalle ore 18. Sabato 29 dicembre entrano nel vivo i preparativi per l'ultimo dell'anno grazie all'aperitivo lungo organizzato dall'associazione TRQL pronta a far ballare fino a mezzanotte tutta Piazza Grande. Il 31 dicembre al cinema-teatro Cristallo spazio all'atteso concerto di fine anno con l'orchestra regionale della Filarmonia veneta. La rassegna si chiuderà tra sabato 5 e domenica 6 gennaio quando si festeggeranno le notti dei Panevin, sabato nelle frazioni e domenica a Oderzo con il grande e suggestivo falò lungo le rive del Monticano. Quasi tutti gli eventi della rassegna avranno come fulcro la Casetta delle associazioni in Piazza Grande. Messa a disposizione gratuitamente dalla Pro Loco di Oderzo, quest'anno la casetta sarà più grande degli anni scorsi (2,5x5 metri), in abete rosso e con 4 punti ristoro a disposizione della cittadinanza.

WhatsApp Image 2018-11-27 at 14.50.13 (1)-2

A unire un programma così ricco di appuntamenti sarà una parola sola: solidarietà. I ricavi degli eventi di "Oderzo è Natale" saranno devoluti a Rocca Pietore, paese simbolo dell'emergenza maltempo che ha messo in ginocchio nelle scorse settimane il Bellunese. Il sindaco Scardellato ha visitato di persona il territorio del Comune ai piedi della Marmolada e si è convinta ad aiutare il più possibile un paese oggi in piena ricostruzione. Dopo aver devoluto i 14 mila euro che sarebbero serviti per realizzare l'iniziativa "Natale in bosco", il Comune ha deciso di stanziare per Rocca Pietore anche gli incassi dello spettacolo teatrale sulla Grande Guerra andato in scena nelle scorse settimane, i soldi raccolti durante le cene nelle frazioni di Piavon e Magera e i fondi messi a disposizione dal Cai di Oderzo. Ad oggi, in totale, Oderzo ha versato al Comune di Rocca Pietore ben 27.530 euro e con gli incassi di "Oderzo è Natale" la somma è destinata a crescere ancora. «Lo spirito del Natale - conclude il sindaco Scardellato - è quello di donare in maniera disinteressata e quest'anno Oderzo sarà il simbolo di una grande festa nel segno della solidarietà».

WhatsApp Image 2018-11-27 at 14.50.13 (2)-3

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Ammoniaca vs Candeggina: chi uccide meglio i germi?

social

Tre pasticcerie trevigiane in sfida a Cake Star

Attualità

Roncade: messo in vendita il centro commerciale Arsenale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Meteo

    Caldo anomalo nella Marca: «Da sabato temperature in calo»

  • Aziende

    «Positiva la scelta di istituire un ministero per la disabilità»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento