Ulss 2 in lutto, è mancato il primario di anestesia-rianimazione Novello

Da due anni combatteva contro un tumore, che si era ripresentato dopo una prima comparsa una decina d’anni fa: nonostante la malattia ha continuato, fino a poco prima del ricovero, ad essere presente in ospedale

Pierantonio Novello

Ulss 2 in lutto: è mancato oggi, a 65 anni, il primario dell’Unità Operativa di Anestesia-Rianimazione dell’Ospedale di Oderzo, dottor Pierantonio Novello. Da un paio di settimane era ricoverato nell’Unità Operativa di Medicina del nosocomio opitergino a causa dell’aggravarsi delle sue condizioni. Da due anni combatteva contro un tumore, che si era ripresentato dopo una prima comparsa una decina d’anni fa: nonostante la malattia ha continuato, fino a poco prima del ricovero, ad essere presente in ospedale e a partecipare, quando la malattia glielo consentiva, alle sedute operatorie.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Il dottor Novello era una persona unica e rara, un professionista eccellente e un caro amico – sottolinea il direttore generale dell’Ulss 2, Francesco Benazzi -  Lascia un grande vuoto in tutti coloro che lo hanno conosciuto: era una persona affidabile, seria, preparata, che ha trascorso l’intera vita professionale nella nostra azienda, iniziando a lavorare, nell’88 al Ca’ Foncello e proseguendo poi, dal 2016, a Oderzo in qualità di primario. Amato e stimato dai pazienti, era molto apprezzato anche dai colleghi per la sua dedizione, disponibilità e umanità. Alla famiglia, in questo momento di grande dolore, vanno le nostre più sentite condoglianze». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion con mucche e tori si rovescia, caos sulla bretella

  • Adriano Panatta sposa a 70 anni l'avvocato trevigiano Anna Bonamigo

  • Covid-19, in quarantena una classe del Leonardo da Vinci e una della materna di Cimadolmo

  • Eletto "il Babbo più Bello d'Italia 2020", premiato anche un papà trevigiano

  • Truccavano gli esami di guida, autoscuola trevigiana nella bufera

  • Diocesi di Treviso, nominati i nuovi sacerdoti della provincia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento