Ulss 2 in lutto, è mancato il primario di anestesia-rianimazione Novello

Da due anni combatteva contro un tumore, che si era ripresentato dopo una prima comparsa una decina d’anni fa: nonostante la malattia ha continuato, fino a poco prima del ricovero, ad essere presente in ospedale

Pierantonio Novello

Ulss 2 in lutto: è mancato oggi, a 65 anni, il primario dell’Unità Operativa di Anestesia-Rianimazione dell’Ospedale di Oderzo, dottor Pierantonio Novello. Da un paio di settimane era ricoverato nell’Unità Operativa di Medicina del nosocomio opitergino a causa dell’aggravarsi delle sue condizioni. Da due anni combatteva contro un tumore, che si era ripresentato dopo una prima comparsa una decina d’anni fa: nonostante la malattia ha continuato, fino a poco prima del ricovero, ad essere presente in ospedale e a partecipare, quando la malattia glielo consentiva, alle sedute operatorie.

«Il dottor Novello era una persona unica e rara, un professionista eccellente e un caro amico – sottolinea il direttore generale dell’Ulss 2, Francesco Benazzi -  Lascia un grande vuoto in tutti coloro che lo hanno conosciuto: era una persona affidabile, seria, preparata, che ha trascorso l’intera vita professionale nella nostra azienda, iniziando a lavorare, nell’88 al Ca’ Foncello e proseguendo poi, dal 2016, a Oderzo in qualità di primario. Amato e stimato dai pazienti, era molto apprezzato anche dai colleghi per la sua dedizione, disponibilità e umanità. Alla famiglia, in questo momento di grande dolore, vanno le nostre più sentite condoglianze». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zaia, nuova ordinanza: «Capienza ridotta in negozi e centri commerciali»

  • Guida Michelin 2021: i ristoranti stellati nel trevigiano

  • Covid, nuova ordinanza di Zaia: «Riapriamo i negozi di medie e grandi dimensioni al sabato»

  • Una settimana di agonia dopo il malore, morto Remo Sernagiotto

  • Festa in casa con 42 persone, vicini chiamano i carabinieri

  • A Monastier il primo punto tamponi privato: «Accesso senza prenotazione»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento