“Oltre gli zaini”: Advar aiuta i minori a superare il lutto di una persona cara

Per l'occasione Crédit Agricole FriulAdria ha messo a disposizione la piattaforma “Crowdforlife” per aiutare l'associazione a raccogliere fondi

Si rafforza la partnership tra Advar Onlus di Treviso e Crédit Agricole FriulAdria. Dopo l’intervento del 2019, che ha contribuito all’inserimento nella struttura di un medico palliativista, quest’anno la banca ha erogato un importante contributo liberale a favore dell’qssociazione, oggi nell’impossibilità di organizzare iniziative di raccolta fondi in presenza a causa del Coronavirus. L’istituto di credito ha anche messo a disposizione la piattaforma “Crowdforlife” per aiutare Advar a raccogliere fondi a sostegno del progetto “Oltre gli zaini” finalizzato a supportare i minori nell’elaborazione del lutto di una persona cara.

Il progetto prevede l’offerta agli istituti acolastici della provincia di Treviso di consulenze gratuite con professionisti dell’equipe di "Rimanere Insieme", a supporto dei minori colpiti da un lutto, delle loro famiglie e degli insegnanti; laboratori nelle scuole per gli adolescenti accumunati da una perdita; formazione per insegnanti ed educatori sui temi della perdita e del lutto in fase evolutiva. Per finanziare l’iniziativa Advar mira a raggiungere nell’immediato la somma di 4 mila euro, per dare una prima pronta risposta ai bisogni post emergenziali, anche dovuti alla pandemia, perché i giovani possano affrontare e superare perdite dolorose e tornare a guardare il futuro con un sorriso. 

Spiega Paola Fornasier, responsabile di Rimanere Insieme, alla quale è appena stato ceduto il testimone da Luigi Colusso: «Da oltre venti anni la nostra equipe di psicologi, psicoterapeuti e counselors, offre supporto all’elaborazione del lutto. Oggi registriamo un aumento delle richieste di consulenza da parte delle scuole e degli stessi insegnanti». La Presidente dell’Advar, Anna Mancini Rizzotti: «Siamo grati a Crédit Agricole FriulAdria, da sempre in prima linea nel sostegno delle attività benefiche del territorio. Al di là del progetto specifico, la banca ci ha aiutato molto, soprattutto in questo periodo complesso». E si rivolge ai cittadini: «Grazie alla piattaforma, basta un click e ognuno può donare quanto si sente: tutti insieme facciamo la differenza! Perché tutti i servizi dell’Advar sono gratuiti, e per poterli offrire alla comunità, abbiamo bisogno di sostegno da parte di tutti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Capienza ridotta in negozi e centri commerciali»

  • Malore improvviso al rifugio: 62enne muore tra le braccia della compagna

  • Pooh, nuovo disco dopo la morte di D'Orazio: «Le canzoni della nostra storia»

  • Se n'é andata Paola Maiorana, voce storica delle radio private trevigiane

  • Covid, Zaia: «Treviso è in area critica per i ricoveri ospedalieri»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento