Omicidio di Capo Verde, la salma di Marilena torna in Italia

Mercoledì 11 dicembre sarà la data ufficiale del rientro della 52enne trevigiana uccisa lo scorso 26 novembre. La data dei funerali sarà fissata nei prossimi giorni

Una sorridente Marilena Corrò (Foto tratta da Facebook)

La notizia è ufficiale: la salma di Marilena Corrò tornerà in Italia mercoledì 11 dicembre. Ne danno notizia i familiari della 52enne trevigiana che dichiarano di aver raggiunto un accordo con le autorità locali per il rimpatrio del corpo di Marilena.

Pur non essendoci dunque tutti i soldi necessari per far tornare la salma in Italia, le autorità di Capo Verde hanno acconsentito al rientro di Marilena per la giornata di mercoledì 11 dicembre. Un gesto importante, che mette da parte gli interessi economici per dare precedenza all'umanità e al rispetto nei confronti di una donna morta in un Paese straniero, a migliaia di chilometri di distanza da casa. L'omicidio di Marilena Corrò risale al 26 novembre scorso. Sono passate ormai due settimane da quando i familiari della donna hanno iniziato ad attendere il rientro della salma, non senza numerose difficoltà burocratiche. Le autorità di Capo Verde avevano concesso il nullaosta per il rimpatrio pochi giorni dopo l'autopsia ma le trattative per il rimpatrio si sono dilungate in questi giorni. L'accordo raggiunto nelle ultime ore consentirà il rientro in Italia di Marilena. Qui la salma sarà sottoposta a una serie di nuovi accertamenti dalle autorità italiane, prima di poter fissare la data ufficiale per i funerali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Male incurabile: addio a Sonia Scattolin, segretaria della Regione

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Esce per un controllo delle lepri: muore stroncato da un infarto

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

Torna su
TrevisoToday è in caricamento