rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Attualità Mareno di Piave / Piazza Municipio

Nessun controllo dei Green Pass e assembramenti: scatta l'ordinanza contro i bar

Succede a Mareno di Piave dove il sindaco ha deciso di "punire" tutti quei locali frequentati da giovani e che, nonostante le sanzioni, continuano a non rispettare le norme sul Covid

Nessun controllo dei Green Pass, mascherine costantemente abbassate e assembramenti continui. Questa la situazione che ormai da settimane si registra in alcuni locali di Mareno di Piave, tanto che nelle scorse ore il sindaco Gianpietro Cattai ha deciso di "punire" coloro che non rispettano le regole sul Covid nonostante le numerose sanzioni già comminate. Proprio per questo il Comune ha pubblicato una nuova ordinanza che impone il coprifuoco a mezzanotte, una scelta anche per ovviare al problema della musica alta fino a tarda notte con annessi urla e schiamazzi.

Nel dettaglio, come riportano i quotidiani locali, l'ordinanza (in vigore da ieri e che terminerà il 15 marzo) prevede: il divieto di assembramento in tutti i luoghi pubblici o aperti al pubblico, fermo restando l’obbligo di utilizzo della mascherina; la chiusura delle attività di pubblico esercizio di somministrazione di alimenti e bevande tutti i giorni dalla mezzanotte alle 5 nelle zone dove sono state rilevate le situazioni di degrado e dove statisticamente è più frequente il verificarsi delle situazioni di assembramento; il divieto di consumare bevande alcoliche al di fuori delle aree pertinenziali dei pubblici esercizi; il divieto di utilizzare i plateatici e gli arredi dei bar quando sono chiusi e di detenere o utilizzare strumenti idonei all’imbrattamento di immobili e arredo urbano. Tra le zone principalmente colpite dal provvedimento ci sono: in piazza Municipio, piazza Vittorio Emanuele III, via Roma, via Polacco, via della Vittoria, via Tariosa, via Verri e via Conti Agosti fino all’incrocio con via Serravalli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nessun controllo dei Green Pass e assembramenti: scatta l'ordinanza contro i bar

TrevisoToday è in caricamento