menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Torna "Organi estate": 4 appuntamenti sugli organi per la rassegna di Antiqua Vox

La kermesse giunge quest'anno alla sua quinta edizione, presentando tratti di spiccata originalità. Per accorciare la distanza tra esecutori e ascoltatori, i concerti sono proiettati su un maxischermo e vengono intervallati da momenti didattici per spiegare i brani e le caratteristiche degli strumenti

TREVISO Venerdì 6 luglio alle 21 lo storico organo Callido del 1770, custodito nella chiesa di San Gaetano a Treviso, tornerà a suonare per il concerto di inaugurazione della rassegna Organi Estate, organizzata da Antiqua Vox per valorizzare il ricco patrimonio organario di Treviso e provincia attraverso il dialogo con altri strumenti, dal tono leggero e divulgativo. Le antiche sonorità del prezioso strumento, su cui si esibirà Marco Primultini, si sposeranno infatti con quelle della tromba di Davide Xompero, in un programma di grande suggestione dedicato interamente ad autori italiani dal '500 all'800.

Proposta come “pendant” estivo delle numerose iniziative che Antiqua Vox organizza nel corso dell'anno, Organi Estate giunge nel 2018 alla sua quinta edizione, presentando tratti di spiccata originalità. “Se infatti si comincia e si conclude con due combinazioni strumentali ormai “classiche”, come tromba e organo e soprano e organo - spiega il direttore artistico Roberto Brisotto - nei due concerti centrali si potrà ascoltare prima il singolare binomio trombone-organo e poi quello violino-organo, per quest'ultimo con entrambi gli strumenti affidati a un unico esecutore”. Per l'appuntamento di venerdì 13 luglio, sempre alle 21, il primo fuori città, è stato scelto l'organo Bazzani-Zanin di Paderno di Ponzano Veneto. Il poliedrico musicista russo Ivan Dukhnych proporrà un programma quasi interamente dedicato a J. S. Bach, facendo rivivere la grande arte virtuosistica di Nikolaus Bruhns, organista tedesco del periodo barocco, celebre per la capacità di suonare il violino accompagnandosi contemporaneamente con la pedaliera dell’organo.

Allo splendido Nacchini (1747) della chiesa di Caerano di San Marco si esibiranno sabato 21 luglio, alle 21, Mauro Valente al trombone e Michele Bravin all’organo, con un repertorio vario sia dal punto di vista stilistico che geografico-cronologico. Ai soprani Federica Cazzaro e Anna Tarca e all’organista Diego Bertuzzo il compito di chiudere la rassegna venerdì 27 luglio, alle 21, nella chiesa di Sant’Ambrogio di Fiera. Per la prima volta nell'ambito di “Organi Estate” sarà possibile ascoltare il meraviglioso suono del Callido del 1779, lì conservato, un altro dei numerosi organi storici della città di Treviso. Per accorciare la distanza tra esecutori e ascoltatori, i concerti sono proiettati su un maxischermo e vengono intervallati da momenti didattici per spiegare i brani e le caratteristiche degli strumenti. L'ingresso è libero.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento