Solidarietà per il Covid Hospital di Vittorio Veneto: donati 450 cuori agli operatori sanitari

Realizzati nell’ambito dell’iniziativa "Grazie col cuore”, lanciata durante la pandemia, saranno distribuiti agli operatori del nosocomio di Costa come segno di ringraziamento

L’associazione "Cuci Service Academy” martedì ha donato 450 manufatti a forma di cuore al Covid hospital di Vittorio Veneto. Realizzati nell’ambito dell’iniziativa "Grazie col cuore”, lanciata durante la pandemia, saranno distribuiti agli operatori del nosocomio di Costa come segno di ringraziamento. L’iniziativa “Grazie col cuore” è stata lanciata il 20 marzo sulle pagine Fb da Antonella de Tomassi, presidente dell’associazione artistica no profit  ”Io Creo“ di Roma. L’intendo era di coinvolgere quanti più creativi possibili, al fine di creare manufatti realizzati con tecniche a piacere, da donare agli ospedali d’Italia come segno di ringraziamento a tutti coloro che, all’interno delle strutture sanitarie, avevano lavorato in emergenza per far fronte all’epidemia Covid-19.

I manufatti dovevano avere la forma di cuore e riportare la scritta “grazie”. Per la provincia di Treviso si è resa disponibile, come centro raccolta e successiva consegna, l’associazione no profit “Cuci Service Academy di Oderzo”, che martedì ha consegnato i 450 cuori al Presidio Ospedaliero di Vittorio Veneto, divenuto Covid Hospital in seguito alla riorganizzazione delle attività clinico-assistenziali decisa per fronteggiare  in modo ottimale l’emergenza Covid-19. Dal mese di marzo il nosocomio di Costa ha attivato progressivamente 18 posti di terapia intensiva, 20 posti in pneumologia semi intensiva e 200 di malattie infettive. Inoltre, dal mese di aprile, è stato attivato anche un Ospedale di Comunità dedicato ai pazienti fragili che abbisognano di cure particolari dopo la dimissione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Nell’impossibilità di ringraziare tutto il personale ospedaliero della provincia che si è adoperato per far fronte a questa inaspettata emergenza epidemica – hanno sottolineato, in rappresentanza dell’associazione Cuci Service Academy, Denise Feltrin e Luigina Peruzza -  l’ospedale di Vittorio Veneto è stato scelto in rappresentanza di tutte le strutture della Marca Trevigiana. Al direttore generale dell’Ulss 2, Francesco Benazzi, e a Michelangelo Salemi, direttore dell’ospedale vittoriese, va il nostro ringraziamento per aver accolto con caloroso entusiasmo quest’iniziativa”. “All’Associazione Cuci Service e a tutti coloro che hanno partecipato all’iniziativa – ha commentato Salemi nl corso della cerimonia di donazione – va il nostro più sentito ringraziamento per la vicinanza dimostrata durante questa difficile emergenza”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: allarme arancione in Veneto, Zaia temporeggia sull'ordinanza

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Nuovo Dpcm, Conte ha firmato: ecco che cosa cambia da lunedì

  • Pranzo tra amici si trasforma in un focolaio Covid: trovati quindici positivi

  • Covid, Zaia: «In arrivo nuova ordinanza per limitare gli assembramenti»

  • Focolaio Covid a La Madonnina di Treviso: trovate 9 persone positive

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento