Attualità

Paese, al via il progetto “Ci stai? Affare Fatica”

L'iniziativa è rivolta ai ragazzi dai 14 ai 23 anni durante il periodo estivo, ed è rivolto a chi di noi ha volontà di mettersi in gioco, conoscere nuove persone e sporcarsi le mani per rendere il proprio territorio un posto migliore

Il progetto del Comune di Paese è indirizzato ai giovani tra i 14 i 23 anni


Avvicinare i giovani al patrimonio culturale, naturale e artistico del territorio con attività che abbiano come beneficiaria l'intera comunità di Paese. E' questo l'obiettivo con cui il Comune avvierà - per quest'anno si tratta di un inizio sperimentale - il progetto "Affare fatica", rivolto ai ragazzi di età compresa tra i 14 e i 23 anni.

«L'iniziativa - ha spiegato il sindaco di Paese Katia Uberti - è rivolta ai giovani che abbiano interesse nel prendersi cura dei beni comuni della propria realtà locale. L'idea è nata dalla richiesta che è stata fatta all’amministrazione comunale di lavorare con quella fascia d'età che, soprattutto nel periodo estivo, non era coinvolta in nessuna attività. E' infatti proprio dal bisogno di questi ragazzi e ragazze che abbiamo strutturato il progetto, collegandolo poi ai bisogni della comunità locale».

«Il lavoro andrà dalla ridipintura  delle panchine  - continua il Sindaco - alla sistemazione e ripristino delle aree a maggior rischio di degrado, anche con interventi artistici. Verrà formato un gruppo di 30 ragazzi  che, divisi in tre squadre e coadiuvati da 3 tutor e 3 esperti che insegneranno i "trucchi del mestiere", si daranno da fare con piccoli interventi di manutenzione per riqualificare, una volta acquisite le competenze manuali, luoghi, spazi così come anche edifici presenti nel territorio comunale. Il lavoro in team valorizza la forza del gruppo e la soddisfazione di lavorare insieme per un obiettivo comune, rafforzando anche il senso di appartenenza alla comunità, il rispetto per le "cose" e la  coscienza "civica" dei nostri ragazzi".Sarà una "fatica" all'insegna del volontariato ma con il riconoscimento di un "buono fatica", che potrà essere speso presso le attività commerciali del territorio”.


 


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paese, al via il progetto “Ci stai? Affare Fatica”

TrevisoToday è in caricamento