rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Attualità Paese

Paese, aperte le iscrizioni a “Affare Fatica”

Il progetto di volontariato estivo, voluto dall'Amministrazione Comunale, è rivolto ai ragazzi e alle ragazze tra i 14 e i 23 anni che vogliano avvicinarsi al patrimonio culturale, naturale e artistico del territorio attraverso lo svolgimento di attività che abbiano come beneficiaria l'intera comunità. Il periodo di impegno dei giovani, che riceveranno un buono di 50 euro da spendere negli esercizi commerciali del comune, è quello della terza e quarta settimana di giugno e la prima di luglio

Sono aperte da lunedì scorso, 23 maggio, le iscrizioni a "Ci Sto, Affare Fatica", il progetto del Comune di Paese che, dopo la sperimentazione dell'anno passato conclusasi con un grande successo, ripropone ai ragazzi di età compresa tra i 14 e i 23 anni che vogliano avvicinarsi al patrimonio culturale, naturale e artistico del territorio attraverso lo svolgimento di attività che abbiano come beneficiaria l'intera comunità di Paese.

L'iniziativa è rivolta ai giovani che abbiano interesse nel prendersi cura dei beni comuni della propria realtà locale. L'idea è nata dalla richiesta che è stata fatta all’amministrazione comunale di lavorare con quella fascia d'età che, soprattutto nel periodo estivo, non era coinvolta in nessuna attività. E' infatti proprio dal bisogno di questi ragazzi e ragazze che è stato strutturato il progetto, collegandolo poi ai bisogni della comunità locale.

«Il lavoro andrà dalla ridipintura delle panchine - ha spiegato il Sindaco di Paese Katia Uberti - alla sistemazione e ripristino delle aree a maggior rischio di degrado, anche con interventi artistici. Verranno formati 3 gruppi, all'incirca di 10 ragazzi, che divisi in tre squadre e coadiuvati da 3 tutor e 3 esperti che insegneranno i "trucchi del mestiere", si daranno da fare con piccoli interventi di manutenzione per riqualificare, una volta acquisite le competenze manuali, luoghi, spazi così come anche edifici presenti nel territorio comunale. Il lavoro in team valorizza la forza del gruppo e la soddisfazione di lavorare insieme per un obiettivo comune, rafforzando anche il senso di appartenenza alla comunità, il rispetto per le "cose" e la coscienza "civica" dei nostri ragazzi".

Sarà una "fatica" all'insegna del volontariato che comunque prevede il riconoscimento di un "buono fatica", dell'importo di 50 euro, che potrà essere speso presso le attività commerciali del territorio. Alla copertura dei costi hanno collaborato quattro sponsor.

Gli interessati possono compilare il modulo di iscrizione, che vale per la terza e quarta settimana di giugno e la prima di luglio, sul sito www.cistoaffarefatica.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paese, aperte le iscrizioni a “Affare Fatica”

TrevisoToday è in caricamento