Ombrellone e sdraio li paga il Comune, Paese porta i cittadini al mare

L'iniziativa messa a punto dal sindaco, Katia Uberti, in collaborazione con Comune di Jesolo e dall'azienda di trasporti Martinelli. Messe a disposizione anche corriere notturne per i giovani che vogliono vivere la movida jesolana

La spiaggia di Jesolo

Il Comune di Paese porta i suoi cittadini in spiaggia: ogni giovedì del mese di luglio (se l'esperimento avrà successo l'iniziativa sarà estesa anche ai mesi di agosto e alle prime settimane di settembre) trenta ombrelloni dello stabilimento "Green beach" di Jesolo saranno a disposizione di famiglie o coppie, residenti nel territorio, che ne faranno richiesta. Perchè regalare la "vacanza pendolare" ai cittadini? «In molti hanno difficoltà nel pagamento di affitto e bollette e quest'anno rinunceranno alle ferie»: ha spiegato il sindaco Katia Uberti lanciando l'iniziativa "Paese on the beach" (il nome è ancora provvisorio). Ogni posto spiaggia consiste in un ombrellone e due strai e potrà ospitare al massimo quattro persone (in numero maggiore solo nei casi di famiglie con più figli) e potrà essere usufruito per l'intera giornata. Questo in base ad un accordo che sarà sottoscritto dal Comune di Paese, con sindaco Uberti e l'assessore Martina Gasparetto, il Comune di Jesolo con l'assessore al turismo Flavia Pastrò e "Jesolo turismo", con Michele Simonella. Con una variazione di bilancio (tra i 5 e i 10mila euro) l'amministrazione di Paese ha acquistato i posti in spiaggia (ad un prezzo calmierato di 9 euro, come per i residenti del Comune di Jesolo) dando corsie preferenziali alle famiglie e non ponendo limiti sull'utilizzo di questa agevolazione. E' possibile prenotare il proprio posto spiaggia gratuito almeno due giorni prima e sottoscrivere anche per più giornate la propria adesione.

WhatsApp Image 2020-06-18 at 15.54.26-2

Per raggiungere la spiaggia di Jesolo è possibile utilizzare mezzi propri, i mezzi pubblici Mom o più comodamente prenotare il proprio posto in corriera all'azienda "Autoservizi Martinelli" (0422 450639) che offrirà il servizio di trasporto da Paese al litorale, eliminando così il problema del parcheggio che sarà gratuito per l'azienda trevigiana: il prezzo del biglietto dedicato ai cittadini che aderiranno all'iniziativa è in via di definizione. Sempre la "Martinelli" si farà carico delle prenotazioni dei posti spiaggia anche perc hi non usufruisce dei suoi servizi di trasporto. Le corriere (potranno al massimo essere sette i mezzi utilizzabili con una capienza di 40 posti ciascuno) partiranno da Paese e dalle varie frazioni del Comune alle 8 del mattino e lasceranno Jesolo alle 17.30 circa. Sarà possibile trasportare a bordo dei mezzi anche i giochi per i bambini e tutto il necessario per la giornata di mare.

L'altra offerta, ancora allo studio, è invece rivolta ai giovani di Paese (ma l'iniziativa è rivolta anche agli altri eventuali amici di altri Comuni) e prevede corriere notturne in partenza il sabato sera, con rientro alle 4 del mattino, in completa sicurezza (il costo è di circa 20 euro a persona, con capienza massima dei mezzi di 25 individui). I giovani potranno così essere accompagnati e riportati a casa dopo la serata in discoteca. La scelta quest'anno è molto limitata: Vanilla e Muretto non apriranno mentre sabato si aprirà la stagione del King's e a inizio luglio sarà la volta del Marina club. Quelle presentate oggi, giovedì, presso il Comune di Paese, sono le prime iniziative di questo genere in Veneto.

WhatsApp Image 2020-06-18 at 15.53.45-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ressa per le scarpe Lidl corsa all'acquisto: esaurite anche a Treviso

  • Cocaina e marijuana in casa, brigadiere dei carabinieri in manette

  • Covid, Zaia: «I dati in Veneto sono buoni, non meritiamo la zona arancione»

  • Malore improvviso al rifugio: 62enne muore tra le braccia della compagna

  • Pooh, nuovo disco dopo la morte di D'Orazio: «Le canzoni della nostra storia»

  • Non pagano l'affitto, i proprietari cambiano la serratura e li chiudono fuori

Torna su
TrevisoToday è in caricamento