rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Attualità Paese

Paese, l'onorificienza “San Martino 2021” va alla Protezione Civile

Il sindaco Katia Uberti lo ha annunciato nel corso della cerimonia religiosa dedicata al santo patrono. Intanto domenica la città si animerà grazie alle bancarelle della "Festa di San Martino"

«La Protezione Civile di Paese è una colonna di quel sentimento che ci fa sentire davvero una collettività. Sono certa che se tutti insieme continueremo a ritrovarci nei valori di solidarietà e aiuto al prossimo che caratterizzano e l'impegno quotidiano dei nostri volontari sapremo non solo affrontare le difficoltà, qualora si mostrassero, con spirito di servizio, di collaborazione e di generosità ma saremo in grado di essere soprattutto una grande comunità». Queste le parole con cui, nel tardo pomeriggio di ieri, giovedì 11 novembre, nel corso della funzione religiosa in onore del Santo Patrono, il sindaco di Paese Katia Uberti ha annunciato che il "San Martino 2021" andrà alla Protezione Civile di Paese. La massima onorificenza cittadina verrà conferita ai volontari nel corso della cerimonia ufficiale che si terrà sabato 13 giugno, alle ore 18, presso la sala Auditorium di Villa Panizza.

Fondata nel 1996, quando venne approvato il Piano di Protezione Civile e venne deliberata la formazione del Gruppo Volontario di Protezione Civile, l'associazione, iscritta all'albo nazionale dal 1999, si è contraddistinta in numerosi interventi emergenziali, come nel 2009 in occasione del terremoto che ha colpito le popolazioni dell'Umbria o gli alluvionati di Riese Pio X, nel 2012 con l'emergenza nazionale in Emilia, o quando nel 2013 si sono attivati per parecchi mesi alla ricerca di Marianna, o ancora nel 2018 quando hanno dato il loro apporto in occasione della sconvolgente tempesta Vaia e nel 2019 per "l'acqua granda" a Venezia.

«Più che di una scelta - ha detto il Sindaco - parlerei di un "grazie" sentito e pieno di riconoscenza che esprimiamo nei confronti di persone che sono, non dimentichiamolo, dei volontari ma che quotidianamente fanno sentire tutti noi più sicuri attraverso una presenza costante, fatta di prevenzione così come di capacità di intervento. Vorrei ricordare l'apporto che la nostra Protezione civile ha dato alla collettività nel periodo più difficile della pandemia, con oltre 6 mila ore di impegno complessivo, tra la consegna delle mascherine nella prima fase, il ritiro e la consegna dei farmaci dalle farmacie comunali e di quelli specialistici dall'ospedale, la consegna delle bombole di ossigeno per i malati curati a casa e dei computer per gli alunni della scuola media che facevano la Dad, e ancora i controlli delle temperatura presso i centri estivi, all'asilo nido, in occasione delle cerimonie di matrimonio che si sono svolte in comune».

Alla Protezione civile di Paese verrà dedicata la mostra "25 anni della Nostra Storia", che verrà inaugurata martedì 19 novembre alle 18 a Villa Panizza e che sarà visitabile da sabato 20 a domenica 28 novembre.

Intanto domenica prossima la città si animerà delle bancarelle dei prodotti tipici autunnali grazie all'appuntamento con la tradizionale "Festa di San Martino", in programma dalle 9 del mattino alle 19 in Piazza Mons. Andreatti e nelle vie limitrofe. Organizzata insieme alla locale Pro Loco, l'evento permetterà ai visitatori di scoprire i lavori degli artigiani e le prelibatezze gastronomiche di stagione, il tutto accompagnato da una sfilata di abiti storici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paese, l'onorificienza “San Martino 2021” va alla Protezione Civile

TrevisoToday è in caricamento