rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Attualità Paese

Gli studenti di Paese incontrano Massimo Stano, oro olimpico nella marcia

L'evento, che si è svolto sabato 5 marzo in via telematica, è stato organizzato nell'ambito delle Giornate dello Sport che ha visto protagonista il più grande istituto comprensivo della regione

E' stato l'incontro con Massimo Stano, oro olimpico della 20 km di marcia, a rappresentare il culmine delle Giornate dello Sport, l’iniziativa voluta dalla Regione Veneto dall’anno scolastico 2016-2017, intesa a sostenere la diffusione delle discipline sportive e lo sport come strumento educativo primario e veicolo di valori. Più di una decina sono state le discipline sportive presentate a Paese e gestite da altrettante associazioni sportive del territorio comunale per gli oltre duemila alunni dell’Istituto Claudio Casteller di Paese, il più grande Istituto comprensivo della regione.

L'incontro con Stano, che si è svolto sabato 5 marzo in modalità telematica, ha visto l'iridato disponibile a rispondere alle numerose domande degli alunni. «Scegliete sempre le vostre passioni - ha detto l'oro olimpico - fino a 13 anni ho provato diversi sport, poi mi sono appassionato alla marcia. Come in tutte le pratiche però la passione non basta, serve abnegazione e spirito di sacrificio. Ma poi i risultati arrivano».

Stano ha spiegato ai ragazzi di fare migliaia di chilometri di allenamento alla settimana. «Oltre alla fatica - ha ricordato - c'è da tenere un occhio sulla tecnica, che non è una cosa semplice. C'è gente che prova ad imbrogliare? Certo, ma i controlli durante le gare sono serrati e non c'è nulla che i giudici non vedano. Cosa penso durante le marce? A niente, bisogna stare concentrati, altrimenti gli errori sono dietro l'angolo".

«Crediamo fortemente al valore dello sport non solo perché fa stare meglio - ha detto il sindaco di Paese Katia Uberti - ma soprattutto in quanto, professando la lealtà, il rispetto per l'avversario e il rispetto delle regole, è una vera lezione di vita. Per questo siamo impegnati nei progetti che integrano e valorizzano l’offerta curricolare di base: da Sport for Kids, con professionisti dello sport che fanno lezione agli alunni della Primaria, al progetto Pedibus con cui gli alunni vanno a scuola a piedi. E ancora con sport integrato, che concretizza la vocazione allo sport inclusivo dell’IC Casteller, unica scuola Special Olympics della regione».

Gli incontri si sono arricchiti di approfondimenti sui temi della prevenzione e della salute con esperti della Croce Verde, della LILT o personalità dello sport come Filippo Sdringola, preparatore atletico professionista presso Inter Women Milano, che ha parlato dell’attività sportiva declinata al femminile. «Abbiamo voluto anche - conclude Katia Uberti - restituire ai propri alunni un po’ di quella normalità e di quell’energia che viene dalla condivisione e dallo stare insieme venute loro a mancare in questi ultimi due anni».

Paese, 7 marzo 2022

Ufficio Stampa

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli studenti di Paese incontrano Massimo Stano, oro olimpico nella marcia

TrevisoToday è in caricamento