Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Vietato stendersi per terra o sulle panchine: a Treviso scatta l'ordinanza anti-degrado

Il nuovo regolamento proposto da Ca' Sugana. Si cambia anche alla Loggia dei Cavalieri: banditi i talent show improvvisati

 

Dalla polemica sulle panchine sono passati almeno vent'anni. Era il 1997 quando il sindaco-sceriffo Giancarlo Gentilini decise di toglierle dal centro di Treviso perché ricettacolo di "migranti" e "clochard" che le utilizzavano come bivacco notturno e diurno. Misura per il decoro si diceva allora. Oggi la giunta del sindaco Mario Conte ci riprova e lancia la novità: a breve potrebbe scattare il divieto di stendersi per terra, oppure sulle famosissime panchine che, peraltro, dopo la 'razzia' dello sceriffo, a Treviso si contano sulle dita di una mano. 

La nuova misura, come riporta questa mattina il Gazzettino di Treviso, dovrebbe andare a braccetto con altre modifiche del regolamento di polizia locale che già al tempo del sindaco Manildo aveva visto l'introduzione di ulteriori divieti, sempre avendo come obiettivo la salvaguardia del decoro. Se le modifiche di cui si parla diventeranno effettive anche la Loggia dei Cavalieri verrà 'ripulita' dei giovani che oggi la frequentano quasi ogni pomeriggio a cavalcioni sui parapetti. Banditi anche le esibizioni e i talent show improvvisati.

Peccato che proprio quelle esibizioni facessero parte di un progetto patrocinato dall'amministrazione comunale, intenso lavoro dell'assessore Liana Manfio e realizzato in collaborazione con gli operatori di strada delle Parrocchie di Treviso. "Ragazzi incredibili" si chiamava il gruppo, nato con l'obiettivo di sviluppare le abilità dei giovani, integrandoli e rendendoli partecipi della vita cittadina. E ora? Troveranno un altro spazio? O il progetto dopo le modifiche morirà totalmente? In attesa di scoprire quale sarà il destino del progetto abbiamo chiesto ai cittadini cosa pensano delle novità proposte dalla giunta. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TrevisoToday è in caricamento