menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Solidarietà per i ragazzi del Centro di Lavoro Guidato: gli alpini donano 30 panettoni

Si tratta di panettoni artigianali realizzati da un socio con la passione della pasticceria e che grazie al coinvolgimento di tutto il gruppo vengono donati a La Nostra Famiglia

Le buone tradizioni non si fermano. Gli Alpini della sezione di Conegliano anche quest’anno non hanno voluto rinunciare alla bella iniziativa che ormai li accompagna da parecchi anni. Infatti, venerdì, hanno consegnato ai ragazzi che frequentano il Centro di Lavoro Guidato di Mareno di Piave 30 panettoni che ognuno avrà modo di gustare con la propria famiglia durante la pausa natalizia. E’ stato un evento semplice nel rispetto delle attuali normative, dove una delegazione di alpini guidata dal vice presidente della sezione CAI di Conegliano Alessandro Cenedese accompagnato da Giorgio Rui e Simone Alseo del Gruppo Alpini di Mareno di Piave hanno consegnato i doni alla presenza di alcuni ospiti ed del direttore della struttura Roberto Sini, il quale ha ringraziato per il gesto e per la costante attenzione che il gruppo alpini manifesta nei confronti dei ragazzi del centro.

Si tratta di panettoni artigianali realizzati da un socio con la passione della pasticceria e che grazie al coinvolgimento di tutto il gruppo vengono donati agli ospiti del centro de La Nostra Famiglia. E’ una lunga amicizia quella che lega il sodalizio coneglianese ai ragazzi con disabilità della di Bocca di Strada, come ricorda l’alpino di lungo corso e anima dell’iniziativa che non ha potuto essere presente Antonino Cais: «Gli alpini da molti anni collaborano con La Nostra Famiglia. Hanno partecipato all’ampliamento della struttura stessa, aiutano nelle occasioni particolari e sono presenti per affiancare gli ospiti nelle lavorazioni del laboratorio. Ci sono esperienze ed emozioni che il tempo non riesce a sbiadire e questa collaborazione rappresenta un bel esempio che aiuta ad affrontare il presente e futuro con più coraggio e fiducia».

foto_2-4-11

Argomenti
Condividi
In Evidenza
blog

Il papà più bello d'Italia? Ha 34 anni, è trevigiano ed è gay

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento