rotate-mobile
Attualità Preganziol

Addio al professor Pecorari, tra i massimi studiosi del beato Toniolo

Aveva 79 anni e viveva a Preganziol. Professore emerito di Storia economica all’Università di Udine, aveva all'attivo ben 140 pubblicazioni. I funerali venerdì 16 settembre, alle ore 11, nel Duomo di Mestre

Cultura cattolica della Marca in lutto per la scomparsa del professor Paolo Pecorari, 79 anni, trevigiano residente a Preganziol mancato domenica 11 settembre all'affetto dei suoi cari a causa di una malattia incurabile dopo aver  dedicato un’intera esistenza allo studio e alla divulgazione del pensiero del beato Giuseppe Toniolo.

La vita

Pecorari era professore emerito di Storia economica all’Università di Udine, dove aveva pure insegnato Storia della finanza e della banca. Da sempre il suo nome, molto noto e apprezzato in campo nazionale, era collegato alla ricchezza del contributo accademico offerto per far conoscere il ruolo dell’insigne sociologo ed economista cattolico Toniolo nella cultura e nella vita sociale del nostro Paese, insieme a quello rivestito dal giurista, politico e accademico veneto Luigi Luzzatti, che fu anche presidente del consiglio dei ministri dal marzo 1910 al marzo 1911. Lunghissimo l’elenco dei titoli accademici del professor Pecorari, che aveva al suo attivo la pubblicazione di ben 140 volumi a carattere storico ed economico, di rigorosa analisi scientifica, sulla vicenda italiana tra Ottocento e Novecento. Il docente e intellettuale scomparso faceva parte della Deputazione di storia patria delle Venezie e di quella del Friuli, dell’Ateneo di Treviso, dell’Ateneo veneto, dell’Accademia galileiana di Padova, dell’Istituto veneto di scienze e lettere, dell’Istituto Pio Paschini di Udine. La notizia della morte del professor Pecorari è stata accolta con dispiacere e tristezza anche Pieve di Soligo, che in particolare a livello di presidenza e direzione scientifica dell’Istituto diocesano “Beato Toniolo. Le vie dei Santi”, in una nota interna diffusa nella mattinata, ha espresso “profonda stima e gratitudine per l’opera svolta da uno tra i massimi studiosi del pensiero tonioliano, già apprezzato relatore in diocesi in passato a importanti convegni, al dobbiamo fondamentali ricerche e una vasta produzione scientifica su temi legati alla figura di Giuseppe Toniolo”. Proprio nella città che ospita nel suo Duomo le spoglie mortali del beato Toniolo il professor Pecorari era intervenuto come relatore in alcuni momenti pubblici , invitato da parrocchia e associazioni culturali proprio a presentare l’originalità e il valore del contributo di pensiero del leader cattolico tra fine ‘800 e inizi del ‘900. Da ricordare soprattutto il ruolo di coordinamento svolto da Pecorari in occasione del convegno tenutosi a Pieve di Soligo nei giorni 28 e 29 ottobre 1988 in Villa Brandolini, in coincidenza del settantesimo della morte del Toniolo, evento promosso da Comune di Pieve e Fondazione Giuseppe Sarto di Riese Pio X, con il patrocinio di Regione Veneto e Provincia di Treviso. Relatore sul tema “L’opera economica del giovane Toniolo”, Pecorari aveva anche curato la pubblicazione degli atti del convegno, usciti per i tipi di Dal Bianco editore nel volume molto interessante “Giuseppe Toniolo tra economia e società”. Per la storiografia di Marca aveva  anche curato il volume in occasione dei cento anni del settimanale della diocesi di Treviso "La vita del popolo" (1892-1992). Stimatissimo per il suo lavoro scientifico, di rara gentilezza e modestia, viene ricordato con commosso rimpianto per la qualità e la serietà dei suoi scritti, dei suoi approfondimenti, dei suoi saggi e dei suoi articoli, e anche da tanti studenti che hanno avuto negli anni la fortuna di essere seguiti da lui per le proprie tesi di laurea.

Paolo-Pecorari-2

Il ricordo

«Per me è stato un maestro, la sua conoscenza del Toniolo era accuratissima - ricorda addolorato l’arcivescovo Domenico Sorrentino, biografo e studioso di Giuseppe Toniolo, già postulatore e oggi presidente del comitato nazionale per la causa di canonizzazione del beato trevigiano - perché ci siamo conosciuti e stimati per una produzione scientifica che nel suo caso verteva più sul versante storico ed economico, nel mio caso su quello teologico. Mi è dispiaciuto molto non poterlo annoverare tra i relatori del convegno di Milano all’Università Cattolica nel 2018 per il centenario della morte del Toniolo, ma era già sofferente e impossibilitato a partecipare. La sua opera di studioso di Giuseppe Toniolo resta fondamentale, e rimarrà sempre alto, insostituibile e prezioso il suo magistero».

L'ultimo saluto

I funerali di Paolo Pecorari si svolgeranno  a Mestre venerdì 16 settembre alle ore 11 nel Duomo di San Lorenzo in piazza Ferretto. Dopo le esequie, il feretro verrà tumulato nel cimitero di San Trovaso di Preganziol. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio al professor Pecorari, tra i massimi studiosi del beato Toniolo

TrevisoToday è in caricamento