Parco di Villa Bertolini: il Comune acquisisce un'area verde di 11 mila mq

Il sindaco di Montebelluna, Marzio Favero: «Tra gli obiettivi del Comune c'è quello di avere una radura utile per gli appuntamenti culturali nel periodo estivo»

Un esterno di Villa Bertolini

Da martedì la parte a nord del parco della Bertolini non è più privata. E’ stato difatti firmato davanti al notaio l’atto con cui il Comune di Montebelluna esercita il diritto di prelazione, riconosciuto agli enti locali in caso di compravendita di beni immobiliari vincolati. Un’operazione straordinaria perché è davvero raro che un ente pubblico come la Soprintedenza – soprattutto in questi ultimi venti anni – abbia deciso di avvalersi del diritto di prelazione. La giunta comunale di Montebelluna, ed il Consiglio comunale, all’inizio di luglio hanno approvato questa scelta dopo che la stessa Soprintendenza aveva informato l’ente che si era realizzata una compravendita tra privati che riguardava tale porzione di parco. La scelta politica, condivisa da maggioranza e minoranze, è stata quella di attuare il diritto di prelazione. Così l’amministrazione comunale ha proceduto con l’iter amministrativo che ha portato a trasformare l’area di 11 mila mq, sottoposta a vincolo monumentale, in proprietà comunale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Questo il commento del sindaco Marzio Favero: «Inserita nella parte ovest del centro storico in un’area densamente abitata, la porzione di parco acquisita dal Comune presenta molti elementi di interesse pubblico. L’area è destinata a diventare un nuovo parco cittadino, in una sorta di pendant ad ovest del centro storico rispetto al Parco Manin che si trova ad est dello stesso. L’operazione ben si inserisce all’interno del progetto generale di riqualificazione del centro della città denominato “Arcipelago” il cui fondamento sta nell’idea di consolidare un mosaico di aree verdi e aree pedonalizzate come tessuto interconnettivo per garantire passeggiate in sicurezza, spazi per l’utilizzo della bicicletta, luoghi per attività culturali all’aperto nella bella stagione. Adesso si tratterà di convenire con la Soprintendenza su un progetto di carattere paesaggistico che porti da un lato alla piantumazione di nuove essenze arboree per arricchire l’area verde e dall’altro a convenire sulle interconnessioni ciclopedonali da realizzare in tale contesto tra via Bertolini e via De Gasperi. Esigenza molto sentita dalla frazione di San Gaetano al fine di mettere in sicurezza il transito dei ragazzi diretti verso la scuola Marconi. Tra gli obiettivi quello di avere una radura utile per gli appuntamenti culturali nel periodo estivo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cade nelle acque del Sile, fugge in treno e lo ritrovano a Bassano

  • Oliviero Toscani: «Chi vota Zaia forse è ubriaco, anche i veneti diventeranno civili»

  • Grandine e vento forte, il maltempo torna a colpire la Marca

  • Tragedia di Merlengo, il 26enne aveva bevuto: indagato per omicidio stradale

  • Tragico schianto col furgone nella notte: 62enne muore a pochi metri da casa

  • Distributore di bevande trovato morto nel suo camion

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento