rotate-mobile
Domenica, 27 Novembre 2022
Attualità Superstrada Pedemontana Veneta

Superstrada Pedemontana: «54 milioni per pagare i mancati introiti»

Giovedì 17 novembre la Regione ha messo a bilancio di previsione le spese per la Spv dal 2023 al 2025. Il commento del consigliere Zanoni (Pd): «Prelievi milionari dalle tasche dei veneti»

Superstrada Pedemontana: 24 milioni di euro nel 2023, 15,7 milioni nel 2024 e 14,1 milioni nel 2025. Queste le somme previste dal Bilancio di previsione 2023-2025 presentato oggi, giovedì 17 novembre, dalla Giunta del Veneto in seconda commissione.

«Le spese messe a bilancio serviranno per pagare i mancati introiti della superstrada - commenta l consigliere regionale del Partito Democratico Veneto, Andrea Zanoni -. La Spv si conferma una grande opera "vampiro" a livello nazionale. Dopo i 300 milioni imposti da Zaia nel 2017, con conseguenti tagli soprattutto a danno della sanità veneta, adesso arriva un'altra mazzata da 54 milioni di euro a causa delle previsioni sugli insufficienti introiti derivanti dai pedaggi. Un’infrastruttura amarissima per i veneti, cornuti e mazziati - aggiunge Zanoni -. Prima sono state abrogate tutte le esenzioni per i residenti, poi il prelievo sanguinoso dalla sanità ed ora questo ulteriore salasso, per coprire i buchi di una convenzione che ha portato il rischio di impresa nella casa dei veneti garantendo ugualmente un canone fisso al privato. Un motivo in più - conclude Zanoni - per votare contro questo bilancio che genererà una riduzione del 14,9% delle risorse per quasi tutti i capitoli di spesa, sanità compresa».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Superstrada Pedemontana: «54 milioni per pagare i mancati introiti»

TrevisoToday è in caricamento