Pedemontana: il maltempo fa cedere le condutture di scolo dell'acqua

Le forti piogge delle scorse ore hanno provocato uno smottamento nella zona del ponte sul canale Brentella. Danni ingenti a parte dello scolo e alle condutture dell'acqua

Foto di Nicola Zanatta tratte da Facebook

Non c'è pace per la Superstrada Pedemontana Veneta. L'ondata di maltempo che ha colpito la provincia di Treviso nella tarda serata di Ferragosto e nelle prime ore vi venerdì 16 agosto sembra aver causato non pochi danni all'opera pubblica in prossimità del ponte in costruzione sul canale Brentella.

Nelle immagini diffuse nelle scorse ore sui social network si possono chiaramente vedere i danni che lo smottamento ha provocato a parte dello scolo e alle condutture dell'acqua. Un danno che dovrà essere sistemato in aggiunta ai lavori già programmati in quel tratto di superstrada. Su Facebook le polemiche non sono mancate tra chi ha ironizzato sui tempi di realizzazione dell'opera e chi ha provato a cercare una spiegazione ragionevole al fatto che una sola notte di pioggia intensa abbia causato così tanti danni alla struttura. «Se il cedimento è davvero dovuto alla situazione meteorologica (che non mi pare attualmente così disastrosa) - commenta un utente - le opere e la loro realizzazione ne dovrebbero tener debitamente conto al fine di evitare certe situazioni. Poi se non pagheranno i cittadini, ma chi realizza le opere, allora è altra cosa». «Da quello che si vede c'è stata una frana dovuta alle piogge - commenta qualcun altro - Quando uno fa una costruzione non può prevedere che quel terreno può franare se non è accaduto mai prima d’ora. Immagino che prima della posa avranno fatto i rilevamenti e i carotaggi per controllare il tipo di terreno. Purtroppo coni troppi disboscamenti le frane ci saranno sempre più spesso». «Penso che il problema principale è che sono opere provvisorie, progettate, costruite e collaudate per durare un anno, questi lavori invece, sono anni che vanno avanti (vanno avanti per modo di dire, perché squadre al lavoro se ne vedono pochine)» conclude in maniera ironica un altro utente. Insomma, che la si pensi in un modo o nell'altro, anche nel primo venerdì post Ferragosto la Pedemontana Veneta continua a far discutere i cittadini.

pedemontana-veneta-zanatta-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al ritorno dalla discoteca, Alberto Antonello positivo alla cannabis

  • Donna viene investita da un'auto e muore: è caccia al pirata della strada

  • Troppo grande la sofferenza per la malattia: ex assessore comunale si toglie la vita

  • Magnesio: il segreto della vitalità

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Si era dato fuoco di fronte al "Per Bacco", muore dopo cinque giorni di agonia

Torna su
TrevisoToday è in caricamento