menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'assessore Fabio Maggio

L'assessore Fabio Maggio

Fine del mercato tutelato dell'energia: ecco un manuale per evitare sorprese in bolletta

L’Assessore comunale di Pederobba, Fabio Maggio: “Si tratta di uno strumento per aiutare famiglie e anziani”

Una vera e propria rivoluzione nel mercato dell’energia è in corso, ma passa spesse volte sotto traccia. E’ quella prevista con La Legge 4 agosto 2017, n. 124 che ha fissato il termine ultimo del 1° luglio 2019 per la fine del c.d. Mercato Tutelato, rinvio dopo rinvio, il legislatore ha ritenuto opportuno posticipare la fine del Mercato Tutelato al 1° gennaio 2023. Ma tant’è “la rivoluzione” se così la vogliamo chiamare è gia iniziata. Infatti, in questo momento, ciascuna famiglia può scegliere se approvvigionarsi di energia elettrica e gas naturale (c.d. “metano”) per uso domestico sul Mercato Libero oppure sul Mercato Tutelato. 

“La principale differenza tra i due sta nelle condizioni contrattuali ed economiche per la fornitura di energia elettrica e/o gas naturale”- spiega Fabio Maggio Assessore all’Ambiente del Comune di Pederobba - Sul Mercato Tutelato le condizioni contrattuali ed economiche sono fissate dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) mentre sul Mercato Libero sono oggetto di libera negoziazione tra il fornitore (venditore) ed il cliente finale (famiglia)". “Se da un lato il Mercato Tutelato consente a ciascuna famiglia di acquistare l’energia elettrica e/o il gas naturale per uso domestico a prezzi calmierati, dall’altro il Mercato Libero può facilmente trasformarsi da opportunità di risparmio ad extra-costo” continua Maggio che cita i dati  Della Relazione Annuale 2020 dell’ARERA, dai quali emerge che nel 2019 i clienti domestici che hanno scelto il Mercato Libero hanno pagato mediamente il 27,1% in più delle famiglie che hanno deciso di rimanere nel Mercato Tutelato. 

“La scadenza del 2023 - continua l’Assessore - avrà impatti importanti sui contratti da rinnovare e sui nuovi contratti. Il rischio di veder lievitare i costi è alto, specie per chi non presta attenzione”. Di qui l’iniziativa dell’amministrazione comunale di Pederobba: “Abbiamo deciso di proporre, insieme a degli esperti del settore, un piccolo prontuario alla cittadinanza, che serve da linea guida in questo delicato momento. Cinque semplici regole per evitare sorprese in bolletta". “Spesso e volentieri le condizioni generali di questi contratti - conclude Maggio - non vengono nemmeno lette dai cittadini, facendo fede alla convenienza, presunta, delle offerte che circolano. Il problema rischia di presentarsi poi. Per questo in futuro non escludiamo di mettere a disposizione della cittadinanza un apposito sportello energia gratuito per farsi consigliare nella scelta delle migliori opportunità".

Il Manuale dal titolo evocativo “BREVE MANUALE PRATICO PER NON FARSI 'FREGARE' IN BOLLETTA” verrà distribuito con il prossimo giornalino e tramite i canali social del Comune, ed è stato realizzato con l’aiuto di RXENERGY società specializzata nella consulenza energetica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Malore dopo la vaccinazione, 57enne ricoverato in ospedale

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Con un cinque al Superenalotto vince 17mila euro

  • Cronaca

    Ruba un aspirapolvere, 43enne arrestata dai carabinieri

  • Meteo

    Veneto, tornano piogge e temporali: «Rischio nubifragi a metà settimana»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento