rotate-mobile
Attualità Conegliano / Piazza Giovanni Battista Cima

Sindacati in piazza a Conegliano: «Aumentare le pensioni e i salari»

Mercoledì 10 maggio il presidio in Piazza Cima con i sindacati dei pensionati Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil. Sabato 13 maggio nuova mobilitazione interregionale a Milano. Appello al Governo Meloni

La pioggia non ha fermato il presidio dei sindacati dei pensionati di Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil trevigiani che mercoledì mattina, 10 maggio, si sono dati appuntamento in Piazza Cima a Conegliano per sostenere la mobilitazione unitaria promossa dalle tre confederazioni sindacali e promuovere la partecipazione alla  manifestazione interregionale di sabato a Milano.

presidio_Conegliano4 (1)

I pensionati trevigiani, dopo il presidio di venerdì scorso a Montebelluna, sono tornati dunque in piazza «per incontrare le comunità locali - sottolineano Vigilio Biscaro, Franco Marcuzzo e Beniamino Gorza, rispettivamente segretari generali di Spi Cgil Treviso, Fnp Cisl Belluno Treviso e Uilp Uil Treviso -, per spiegare le ragioni della mobilitazione nazionale, le riflessioni in merito alle difficili condizioni di vita e di lavoro e al disinvestimento sul futuro che il Governo sta attuando. Il presidio ci ha dato l’occasione per illustrare le nostre proposte e per allargare la partecipazione dei trevigiani alla manifestazione del prossimo 13 maggio a Milano». La mobilitazione intende sostenere le richieste unitarie avanzate da Cgil, Cisl e Uil e dalle categorie nei confronti del Governo e del sistema delle imprese al fine di ottenere un cambiamento delle politiche industriali, economiche, sociali e occupazionali, e concreti risultati in materia di tutela dei redditi dall’inflazione con aumento delle pensioni e dei salari; rinnovo dei Ccnl e lotta alla precarietà del lavoro; diritto universale alla salute e maggiori risorse per la non autosufficienza; finanziamenti al sistema sociosanitario pubblico e a quello dell’istruzione e della formazione; riforma della previdenza e del fisco con forte riduzione del carico sui lavoratori e sui pensionati e tassazione degli extraprofitti e delle rendite finanziarie; investimenti e formazione in materia di sicurezza sul lavoro, per prevenire gli infortuni, le malattie professionali e le morti; correttivi al nuovo Codice degli appalti, lotta senza quartiere alla mafie e al caporalato; confronto con il Governo per gestire la transizione ambientale e digitale, realizzando un nuovo modello di sviluppo eco e socio sostenibile. Al presidio di Conegliano sono intervenuti Paolino Barbiero per Spi Cgil Treviso, Beniamino Gorza per Uilp Uil Treviso, Franco Marcuzzo per Cisl Fnp e il segretario generale di Cisl Belluno Treviso, Massimiliano Paglini in rappresentanza di Cgil, Cisl e Uil.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sindacati in piazza a Conegliano: «Aumentare le pensioni e i salari»

TrevisoToday è in caricamento