menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“Per Mio Figlio Onlus”: la raccolta fondi contro il Coronavirus supera il milione di euro

Tra gli ordini già fatti ci sono ventilatori polmonari, sistemi di supporto cardiopolmonare, ma anche letti di terapia intensiva, letti di degenza, videolaringoscopi e mascherine chirurgiche

Sono giorni difficili questi che lasciano poco tempo per capire e riflettere, ma che impongono azioni immediate. E’ quindi partita con questo spirito l’iniziativa di raccolta fondi dell’Associazione per Mio Figlio Onlus che da più di vent’anni opera a supporto dell’Azienda Ulss2 nell’ambito materno infantile ma che ora è tutta concentrata per far fronte all’emergenza Coronavirus. E’ partito il Presidente De Longhi con 100 mila euro, e di seguito si sono susseguite tantissime iniziative: associazioni, gruppi sportivi, Pro Loco, banche, società private, raccolte fondi su piattaforme web, singoli cittadini, e il gruppo Benetton che ha creduto nell’iniziativa dell’Associazione e ha contribuito con 1 milione di euro.

L’Associazione ha nel comitato scientifico la sua forza: è coinvolta la Direzione dell’Ulss 2, i Primari dei reparti in questo momento in prima linea e il Servizio di Ingegneria clinica. Sono loro a definire esigenze e priorità. La lista della spesa è molto fornita e l’Associazione ha messo in piedi una vera e propria task force per cercare il materiale, acquistarlo e farlo avere alle strutture dell’Ulss 2. Tra gli ordini già fatti, per un valore di oltre 1milione e 200 mila euro ci sono ventilatori polmonari (proprio giovedì ne sono arrivati tre), apparecchiature Cardiohelp (sistemi di supporto cardiopolmonare), ma anche letti di terapia intensiva, letti di degenza, videolaringoscopi e acquisto ingente di mascherine chirurgiche e 3 mascherine FPP2. L’Associazione ricorda l’IBAN in cui può essere effettuato il versamento: IT47V0306909606100000160572? (per bonifici dall’estero il codice swift è BCITITMM) intestato ad Associazione “Per Mio Figlio” Onlus e con causale "emergenza coronavirus"?.

Il presidente De Longhi: “Ringraziamo davvero tutta la nostra comunità che si è stretta intorno alla nostra iniziativa e all’Associazione, la nostra grande responsabilità è di cercare di tradurre tutta questa solidarietà in gesti concreti, in risposte alle esigenze dei nostri operatori sanitari: apparecchiature, strumentazioni, dotazioni varie. Dobbiamo essere veloci e trasparenti, e il nostro impegno in questo momento è al massimo 24 ore su 24. Daremo conto man mano nei nostri canali, il sito www.permiofiglio.it e pagina Facebook dell’Associazione, di tutti gli acquisti fatti e dove sono stati consegnati i materiali. Ringrazio da ultimo ma con tutto il cuore i medici, gli infermieri, gli operatori socio sanitari, tutto il personale a supporto, perché in questo momento si stanno donando per il bene dei pazienti e di tutti noi, andando ben oltre le loro mansioni e dimostrando cuore, coraggio e professionalità incredibili. A nome dell’Associazione un grazie grande! Abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti, perché tutti assieme possiamo farcela!”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Amazon, due nuovi depositi di smistamento nella Marca

Auto e moto

Cambio gomme invernali: scatta l'obbligo di montare le estive

social

Domenica 11 aprile: accadde oggi, santo del giorno, oroscopo

Salute

A Monastier il nuovo hub vaccinale anti-Covid per le aziende venete

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento