Assemblee Permasteelisa: «Non si escludono forme di protesta»

Lunedì 23 novembre le assemblee tra i lavoratori dello stabilimento di Vittorio Veneto e le sigle sindacali Fiom Cgil e Fim Cisl. Chiesto il blocco dei licenziamenti

Permasteelisa a Vittorio Veneto (Foto d'archivio)

Grande partecipazione e tanta preoccupazione da parte dei lavoratori Permasteelisa. Questa la fotografia delle assemblee che Fiom Cgil e Fim Cisl hanno tenuto nel corso della giornata di oggi, lunedì 23 novembre, con i lavoratori di Permasteelisa.

Il piano presentato dall'azienda non più tardi di qualche giorno fa aveva fatto scattare l’allarme delle sigle di categoria relativamente all’annuncio di 150 esuberi nel solo polo produttivo di Vittorio Veneto. Non hanno aspettato i sindacati nel convocare le assemblee del personale per esporre la situazione e tracciare percorso. «Un percorso che guarda al confronto serio e determinato con l'azienda per garantire i livelli occupazioni e che non esclude - fanno sapere i segretari generali Enrico Botter (Fiom Cgil) e Alessio Lovisotto (Fim Cisl) - un’eventuale stato di agitazione e l’avvio di forme di protesta da parte dei lavoratori». Nulla è escluso dunque nello scenario dell’azienda leader nel comparto del rivestimento edilizio. Fiom e Fim partono da un punto fermo: il blocco dei licenziamenti in essere e l’utilizzo della cassa integrazione Covid.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Zaia: «Zona arancione in Veneto durerà un paio di settimane»

  • Lascia un messaggio al bar: «Grazie, ho vinto quasi due milioni di euro»

  • Telepass: «Due anni di canone gratuito per i residenti nella Marca»

  • Corre in strada nuda e insanguinata: i residenti chiamano la Polizia

  • Dimagrire velocemente: che cos'è la dieta del riso

  • Veneto zona arancione per un'altra settimana: «Penalizzati dall'ospedalizzazione»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento