Maltempo, Ascotrade sospende il pagamento di gas e energia elettrica

Bollette congelate per chi ha subito danni nei giorni scorsi. Banca Intesa stanzia 270 milioni di euro per i cittadini danneggiati

Bollette sospese e rinviato il pagamento senza penali per i clienti di Ascotrade nelle zone colpite dall'eccezionale maltempo e dai violenti agenti atmosferici che hanno colpito il Triveneto. L'azienda trevigiana scende in campo applicando la propria decisione alla scadenza delle bollette domestiche fino alla normalizzazione della situazione per le famiglie. «Certamente non possiamo rimanere impassibili di fronte al verificarsi di simili eventi e alle conseguenze che stanno vivendo moltissime famiglie nostre clienti - sottolinea Stefano Busolin presidente di Ascotrade - la misura di sospensione delle penali sul ritardo dei pagamenti riguarda sia le nostre bollette del gas che della luce. Sappiamo che nel bellunese come lungo l'area golenale del Piave, nell'altopiano di Asiago e in certe aree del pordenonese la situazione non è facile. Da qui una decisione che riteniamo doverosa».

Si ricorda che, soprattutto nel bellunese, le problematiche sono molto diffuse, un territorio dove Ascotrade ha più di 30 mila clienti. «In un momento così complicato per la nostra regione, non vogliamo mettere ulteriormente in difficoltà quelle famiglie che, in questi giorni, devono fare i conti con pensieri molto più importanti che una bolletta non pagata – conclude Stefano Busolin, presidente di Ascotrade – crediamo sia una scelta di responsabilità umana e sociale nei confronti dei nostri clienti in un momento di oggettiva emergenza». Non è la prima volta che Ascotrade interviene a sostegno della clientela in occasioni di gravi emergenze. Nel 2011, ad esempio, l’azienda trevigiana aveva autorizzato la sospensione del pagamento delle bollette del gas per tutte le famiglie e le aziende venete delle zone colpite dall'alluvione del 2010.

IL PLAUSO DI ZAIA «Grazie ai dirigenti di Ascotrade: quando un’azienda è espressione del territorio sa comprendere immediatamente esigenze e problemi dei suoi concittadini”. Il presidente della Regione Veneto Luca Zaia sottolinea così la scelta della multiutility di Pieve di Soligo di sospendere il pagamento delle bollette di luce e gas per i clienti nelle zone colpite dall'eccezionale maltempo che ha colpito il Triveneto. “La società del gruppo Ascopiave e il suo presidente – aggiunge il presidente – hanno colto al volo il dramma di tante famiglie e imprese e ha risposto immediatamente all’appello, mio e delle comunità delle Aree montane e pedemontane, colpite delle eccezionali avversità atmosferiche di questi giorni. Credo che questa sensibilità e attenzione verso le persone, prima ancora che verso i clienti, sia la miglior testimonianza di quel profondo legame di responsabilità sociale che a Nordest lega territori e aziende, comunità e istituzioni pubbliche«.

Intesa Sanpaolo ha stanziato un plafond di un miliardo di euro per andare incontro alla situazione di emergenza creatasi in questi giorni a causa di straordinari eventi atmosferici che hanno colpito l'Italia. Per le regioni del Triveneto -si legge in una nota- sono stati destinati 270 milioni di euro. Verranno messi a disposizione finanziamenti a condizioni agevolate destinati alle imprese, ai piccoli artigiani e commercianti e alle famiglie che hanno subito danni. I finanziamenti potranno essere attivati con un iter semplificato sulla base di un'autocertificazione e le richieste verranno gestite in via prioritaria al fine di rispondere nel più breve tempo possibile a tutti coloro che hanno subito danni. Intesa Sanpaolo mette a disposizione tutte le filiali presenti sul territorio per informazioni e assistenza immediata.

«Una banca è o non è. In questo caso Banca Intesa dimostra di esserci, di essere attenta ai territori e ai cittadini». Il presidente del Veneto Luca Zaia ringrazia pubblicamente Banca Intesa e il suo amministratore delegato per aver stanziato un miliardo di euro per finanziare singoli, famiglie e imprese che hanno subìto danni a causa delle grandi avversità meteorologiche di questi giorni. «Ringrazio l’amministratore delegato Carlo Messina non solo per la sensibilità dimostrata – sottolinea Zaia - ma anche per la rapidità con cui ha saputo assumere una decisione fondamentale, che per il Nordest vale 270 milioni di euro. Al governo e a tutto il sistema bancario continuo a chiedere anche un ulteriore sforzo a beneficio dei danneggiati dal maltempo, anche in vista della sospensione dei ratei dei mutui».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I segni evidenti di calo glicemico

  • Il piede diabetico: cure e trattamenti

  • Vince 20mila euro al Lotto e offre il caffè a tutto il bar

  • Dramma nei bagni del McDonald's: trovato morto un 44enne, si sospetta l'overdose

  • Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: fiere e mercatini accendono l'autunno

  • Malore dopo lo spinello: la causa della morte non è stato il trauma cranico

Torna su
TrevisoToday è in caricamento