rotate-mobile
Attualità

Picco alla Dakar con la nuova moto Fantic

La casa motociclistica trevigiana entra nei Rally con il fuoriclasse vicentino, insieme al via in gennaio nella gara sulla sabbia più importante del mondo

E chi se non il dakariano Franco Picco serviva per compiere l'impresa. Fantic dopo aver conquistato la scena nel Motocross e nell’Enduro, si affaccia per la prima volta nel mondo dei rally raid con una nuova moto per affrontare le competizioni più estreme, si apre così un nuovo capitolo della recente rinascita agonistica dell'azienda trevigiana.

La nuova Fantic Rally Racing sarà svelata in occasione di Eicma 2021, in programma dal 23 al 28 novembre a Rho Fiera Milano, allo stand Fantic. Si tratta di un nuovo modello con motore monocilindrico 450cc 4 tempi appositamente studiato dal reparto corse Fantic Racing per il rally più affascinante ed impegnativo: la Dakar 2022.

La 44° edizione della Dakar è in programma dal 2 al 14 gennaio 2022 e si svolgerà in 12 tappe interamente in Arabia Saudita. Sarà per Fantic un battesimo nel deserto davvero elettrizzante.

«La Dakar rappresenta un mito capace di varcare i confini del motorsport grazie al fascino e all’avventura che da sempre questa competizione è in grado di riservare attraverso leggendarie imprese di uomini e mezzi impegnati in una maratona di due settimane nel deserto.
Una gara estrema dove conta avere un mezzo agile, veloce ed estremamente affidabile. Per la prima partecipazione di Fantic abbiamo come obiettivo quello di arrivare al traguardo di Jeddah per maturare esperienza grazie all’apporto di un pilota di valore come Franco Picco, un dakariano di lungo corso, la persona giusta che sono sicuro ci regalerà ancora grandi emozioni
» ha spiegato MARIANO ROMAN CEO di Fantic.

«Ho accettato con piacere la proposta di Mariano Roman per questa nuova avventura. Collaborare con un marchio italiano è una grande soddisfazione e mi sprona ancora una volta a fare del mio meglio. Sto mettendo a disposizione di Fantic l’esperienza di pilota e le mie conoscenze tecniche per sviluppare al meglio la nuova moto con una serie di test di avvicinamento alla gara. Sarà impegnativo, ma in casa Fantic vedo grande entusiasmo e voglia di fare molto bene. Punto personalmente a fare una Dakar ragionata per portare al traguardo la moto in buona posizione, accumulando un prezioso bagaglio di esperienza utile a me ed a Fantic Motor. Credo che qualche bella soddisfazione la porteremo a casa» ha detto con molta soddisfazione FRANCO PICCO.

FRANCO PICCO 

Protagonista al vertice delle mitiche Paris-Dakar degli anni 80, epoca in cui ha conquistato due secondi posti, un terzo, un quarto ed un quinto piazzamento oltre a due vittorie al Rally dei Faraoni, Franco Picco è il pilota specialista dei deserti con la carriera agonistica più lunga. Nato nel 1955, conta nel suo curriculum 27 presenze alla Dakar, di cui 13 in moto. La sua partecipazione alla più recente edizione 2021 è stata leggendaria e seguitissima sui social e dai media tradizionali. Franco ha portato a termine la gara all'età di 65 anni in 43° posizione assoluta, secondo degli italiani, nonché 11° della categoria Malle Moto, riservata ai piloti che provvedono autonomamente alla assistenza del proprio mezzo. Un anno dopo, a 66 anni compiuti proprio ieri, 4 ottobre, ha annunciato la sua partecipazione alla Dakar 2022.

FANTIC MOTOR

Negli anni Sessanta nasce a Barzago, in provincia di Lecco, la Fantic Motor diventata celebre per la produzione di una delle moto all’epoca più ambite dai quattordicenni italiani: il Caballero 50. Ebbe subito un grande successo di pubblico e per la campagna “marketing” che Fantic escogitò vennero reclutati piloti di primo piano come Mike Hailwood e Jarno Saarinen ma anche campioni di altri sport, come il calciatore Sandro Mazzola. Un modello da regolarità con motore a due tempi disponibile in due versioni, con cambio a 4 marce classico o con la novità per l'epoca del cambio a 6 marce. In quegli anni nasce anche un altro modello esclusivo, il Chopper 50, sull’onda del film Easy Rider, che diventa la prima custom di serie, con una lunga sospensione anteriore in tipico stile americano. Fantic Motor si impegna nelle gare di fuoristrada e conquista vari successi nei campionati di regolarità, per poi allargare l’impegno nel trial. A seguito della crisi e del fallimento del 1995, l’attività nello storico stabilimento è stata sospesa nel 1997. Il marchio è stato rilevato nel 2005 dall’industriale veneto Federico Fregnan e le Fantic hanno ricominciato a essere prodotte a Dosson di Casier, in provincia di Treviso, nel 2005.  Nel 2014 il gruppo VeVeNetwork acquista Fantic e affida la gestione a Mariano Roman, ex direttore tecnico di Laverda e Moto Guzzi, e finalmente il successo ritorna.
Il Fantic Caballero gode di una seconda giovinezza, le linee richiamano il passato glorioso, ma i contenuti sono moderni così negli anni il nuovo Caballero si afferma come una delle moto italiane di maggior appeal sul mercato. Nei prossimi mesi vedremo inoltre Fantic ancora protagonista con le presentazioni dei nuovi  prodotti 2022 sul fronte moto, ebikes ed e-mobility.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picco alla Dakar con la nuova moto Fantic

TrevisoToday è in caricamento