rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Attualità Pieve del Grappa

Contratti di luce e gas attivati all'insaputa di un pensionato, promoter denunciato

Un 45enne montebellunese, pur di incassare le provvigioni, aveva falsificato le firme di un 61enne che si è poi rivolto ai carabinieri di Pieve del Grappa

Ha falsificato la firma di un 61enne, residente nella zona del Grappa, per siglare a suo nome, e soprattutto a sua insaputa, un contratto per la fornitura di gas metano ed energia elettrica. Tutto ciò per ottenere le dovute provvigioni, pari ad alcune centinaia di euro. Ad architettare il raggiro, scoperto dai carabinieri, è stato un promoter di 45 anni, montebellunese. Per l'uomo è scattata una denuncia per truffa e falsità materiale commessa da privato.

L'indagine dei militari era cominciata alcuni mesi fa, dopo la denuncia presentata dal 61enne. E' emerso che il promoter, lo scorso mese di luglio, durante la sottoscrizione di alcuni contratti di fornitura di utenze domestiche di luce e gas, induceva in errore il pensionato, falsificandone la firma e sostituendo le convenzioni di gas metano ed energia elettrica, all'insaputa della parte offesa, al fine di ottenere illecite provvigioni sulle relative stipule, per un importo in corso di quantificazione, sembra pari a qualche centinaio di euro. La ditta di servizi energetici datrice di lavoro dell’indagato, allo stato, risulta estranea ai fatti contestati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contratti di luce e gas attivati all'insaputa di un pensionato, promoter denunciato

TrevisoToday è in caricamento