rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Attualità Pieve di Soligo / Via Pati

A Pieve di Soligo riapre l’Eli’s bar di Elisa Campeol, uccisa sul greto del Piave

L'eredità professionale della 35enne trucidata all'Isola dei Morti lo scorso giugno viene oggi portata avanti da Pablo Dante Bailo e dalla compagna Barbara Lucchetta

Nelle ultime ore ha finalmente riaperto l'Eli's Bar di via Prati a Pieve di Soligo, conosciuto ai più per essere stato di proprietà di Elisa Campeol, la 35enne trucidata all'Isola dei Morti lo scorso giugno. L'eredità professionale di Elisa viene difatti oggi portata avanti dal 33enne Pablo Dante Bailo e dalla 37enne compagna Barbara Lucchetta che ieri hanno riaperto i battenti del locale ormai da tempo chiuso e sopra il quale ora abitano. Qualcosa di arredamento dentro è cambiato, ma il nome no in rispetto del passato di Elisa, per portare avanti il suo ricordo. Pablo è un nome conosciuto nella zona, anche perché in passato ha lavorato all'osteria La Loggia, al Perbacco e alle pizzerie La Fucina a Castelbrando e La Terrazza a Solighetto. Dopo il lockdown aveva deciso di tornare all'estero per una nuova avventura professionale, ma poi è arrivata quell'occasione che non si può rifiutare. Ed è così che ieri l'Eli's Bar ha aperto le porte ai suoi nuovi "vecchi" clienti, ricevendo anche la visita del sindaco Stefano Soldan che ha portato il supporto dell'Amministrazione alla loro attività.

elisa campeol-2-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Pieve di Soligo riapre l’Eli’s bar di Elisa Campeol, uccisa sul greto del Piave

TrevisoToday è in caricamento