Attualità

Pieve di Soligo non è più "Comune": da oggi diventa "Città"

A poco più di un anno dalla richiesta firmata dal sindaco, ieri il Presidente Mattarella ha decretato il cambio di "status" per Pieve che nel 2017 era già diventata "Città che legge"

Dal 2017 "Città che legge", oggi Pieve di Soligo può fregiarsi di un altro riconoscimento, ovvero quello di "Città" a tutti gli effetti, tanto da poter aggiungere allo stemma comunale la distintiva corona muraria d'oro. Pieve, dunque, cambia status: non più semplice "Comune" ma bensì "Città", così come Treviso, Oderzo, Asolo, Castelfranco, Conegliano, Mogliano Veneto, Montebelluna, Motta di Livenza, Roncade, Villorba e Vittorio Veneto. Un riconoscimento importante quindi, anche perché concesso solo a determinate località in virtù della loro importanza storica, artistica, civica o demografica. 

Le parole del sindaco Stefano Soldan: «Ringrazio l’assessore Danilo Collot per aver perseguito con fermezza questa sua idea e questo obiettivo, ma anche tutta l’Amministrazione e il personale della Città di Pieve di Soligo, in particolare il segretario generale dott. Sergio Rosario Cammilleri». Questo poi, il commento di Pieve Cultura: «Siamo felici di sentirci cittadini fortunatamente immersi in un bellissimo ambiente che vogliamo tutelare e onorare». Così, infine, Erminda Brunelli, presidente della Pro Loco: «Che meravigliosa notizia. Un ringraziamento sentito all Amministrazione Comunale che ha davvero a cuore il nostro paese».

173849813_1998254680337291_663136632883059842_n-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pieve di Soligo non è più "Comune": da oggi diventa "Città"

TrevisoToday è in caricamento