rotate-mobile
Giovedì, 22 Febbraio 2024
Attualità Ponzano Veneto

Pnrr, il Comune di Ponzano chiede 3 milioni per ampliare la scuola di Paderno

L'obiettivo del sindaco Antonello Baseggio è quello di coprire i quasi 3,4 milioni di euro di spesa previsti per la scuola primaria Cicogna

Lo scorso 7 febbraio l'Amministrazione Comunale di Ponzano Veneto ha inviato al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza formale richiesta di contributo per la realizzazione di una parte della scuola Primaria di Paderno attraverso la realizzazione di un nuovo edificio nell'ambito della Missione 2 "Rivoluzione verde e transizione ecologica" e "Efficienza energetica e riqualificazione degli edifici". La richiesta a firma del Sindaco (come previsto dai fondi europei) impegna il Comune alla realizzazione dell'intervento adottando certificazioni contabili adeguate per assicurare la corretta tracciabilità delle risorse PNRR. Con la delibera di Giunta n.17 del 24 febbraio 2022 si è provveduto poi ad approvare l'intervento di nuova costruzione in sostituzione di una porzione della scuola Primaria G.B. Cicogna di Paderno e di approvare il progetto di fattibilità tecnica ed economica pari ad una spesa di 3.390.000 euro.

L'attuale Amministrazione ha inteso così proporsi per sistemare una parte della scuola che risale al 1960. La progettazione prevederà non solo la sostituzione delle aule e degli spazi esistenti comprensivi di mensa ma anche la costruzione di un secondo livello con l'aggiunta di altre 5 aule in modo da poter avviare nuove e necessarie valutazioni nell'ottica del calo demografico e della necessità di porre attenzione alle spese. "Ad oggi il Comune, che è costituito da tre frazioni, ha la presenza di quattro scuole primarie nelle quali la presenza di non residenti, almeno in un plesso, supera il 33 %. Già dal prossimo anno scolastico l'ingresso nelle classi prime segnerà un -30 alunni e viste la nascite censite in questi anni la situazione non potrà che peggiorare costringendoci a scelte sicuramente non facili ma che per le quali è bene prepararsi. Prevedere infatti una sezione ci permetterà di garantire la totale accoglienza pur nella razionalizzazione degli edifici" afferma il sindaco Antonello Baseggio.

Entrando poi nel merito di un precedente finanziamento, la stessa scuola aveva ottenuto negli anni scorsi un possibile contributo di 950 mila euro su una spesa preventivata di circa 1.500.000 euro. "Nella considerazione che precedentemente erano stati richiesti ed ottenuti contributi su costi preventivati che non hanno rappresentato poi l'effettiva spesa, questa Amministrazione ha inteso proseguire per un altra strada. Ne è stato un esempio il miglioramento sismico della scuola di Merlengo che aveva ottenuto un contributo a totale copertura di 381 mila euro quando ci troviamo oggi a pagarne circa 800. Fare bene e fare meglio e soprattutto cercare di ottenere un cospicuo finanziamento che copra l'intero intervento è ciò che ci siamo prefissati lavorando per i fondi del PNRR che hanno proprio questo compito" conclude il primo cittadino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pnrr, il Comune di Ponzano chiede 3 milioni per ampliare la scuola di Paderno

TrevisoToday è in caricamento