rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Attualità

Pnrr, 905 milioni di euro per il Veneto: «Grande vittoria dei sindaci»

Mario Conte, presidente Anci e primo cittadino di Treviso, plaude allo stanziamento di fondi da parte del Governo: «Una partita sulla quale ho sempre creduto e che ho portato avanti su tutti i fronti»

«Una vittoria pazzesca per il Veneto e per i veneti, per l'equità e lo sviluppo dei nostri territori. Quella dei fondi della rigenerazione urbana è una partita sulla quale ho sempre creduto e che ho portato avanti su tutti i fronti e su tutti i tavoli anche quando la situazione sembrava irrecuperabile». Il sindaco di Treviso, Mario Conte, esulta raggiante per lo stanziamento di 905 milioni di euro dal Governo a favore degli enti locali del Veneto, destinati a rafforzare gli investimenti in progetti di rigenerazione urbana.

«Non si tratta di una battaglia politica o di parte ma di giustizia ed equità per tutti quei Comuni che erano stati esclusi anche se avevano presentato progetti eccellenti - continua il primo cittadino e presidente Anci - Abbiamo scritto tutti insieme una pagina importante per quel che riguarda Anci Veneto dimostrando la capacità di fare squadra per ottenere un risultato fondamentale. Dietro questi 905 milioni che permettono di scorrere la graduatoria c’è la possibilità di investire e di incidere davvero sullo sviluppo del nostro territorio per le future generazioni. Ringrazio di cuore tutti i sindaci veneti per il sostegno anche nelle fasi più complesse e delicate di questa partita e naturalmente il ringraziamento va esteso anche al presidente Decaro che ci ha sempre ascoltato, ai nostri parlamentari ed al presidente Zaia, agli assessori ed ai consiglieri regionali. Il Veneto ha dimostrato di saper muoversi in modo compatto. Ora continueremo a vigilare perché queste risorse arrivino a terra e non ci siano sorprese, ma quella di oggi è una giornata importante per le comunità del Veneto. Si tratta di un segnale positivo che accogliamo con soddisfazione e che rappresenta uno stimolo per continuare a portare avanti le nostre istanze con coraggio e senza paura. Un grande risultato raggiunto anche grazie al dialogo con Anci e il Presidente Antonio Decaro, il Governo e il Ministro dell'Economia Franco, il Presidente Upi Antonio De Pascale, il Presidente della Conferenza delle Regioni Massimiliano Fedriga, i parlamentari e la Regione Veneto» conclude Conte.

Gli altri commenti

«Una bella vittoria, del buon senso, e delle Regioni ed Enti Locali. Il Pnrr è l’unica grande opportunità di prospettiva che il Paese e il Veneto hanno. Dobbiamo continuare con intensità in un lavoro di squadra per far calare sul territorio le risorse evitando accuratamente le trappole della burocrazia». A dirlo, mercoledì 26 gennaio, è il presidente del Veneto, Luca Zaia, commentando la decisione del Governo di stanziare altri 905 milioni di euro, per il periodo 2022-2026, destinati a rafforzare i progetti di rigenerazione urbana in Veneto. «Proprio nei giorni - continua Zaia - avevamo insediato il Tavolo di partenariato con le categorie economiche per continuare con intensità il lavoro di squadra e calare in concreto le risorse sul territorio in modo da creare occupazione, ripresa economica e, soprattutto, modernità. Ora bisogna andare avanti, con concretezza. Avanti tutta, dunque - conclude Zaia - avendo un occhio di riguardo alla semplificazione delle procedure amministrative, perché tutto serve in questa partita, tranne le complicazioni burocratiche». Al commento del presidente Zaia si è aggiunto quello di Elisa Venturini, capogruppo di Forza Italia in consiglio regionale: «Una grande vittoria, ottenuta grazie all’azione congiunta del territorio che a tutti i livelli ha saputo compattarsi e trovare una soluzione. Ad iniziare da Anci Veneto, guidata dal presidente Conte e tutta la sua squadra, fino alla Regione ed ai parlamentari. Questo stanziamento sana una situazione oggettivamente non accettabile che penalizzava in particolare i territori virtuosi come i Comuni del Veneto. L'azione coordinata e compatta di tutti ha portato ad un risultato concreto, a conferma del fatto che l’unione fa la forza».

Plaudono alla notizia anche le opposizioni in consiglio regionale: «Siamo soddisfatti per i maggiori fondi destinati ai progetti di rigenerazione urbana. Questo incremento di risorse permetterà anche di rimediare all’iniqua ripartizione che penalizzava fortemente pure il Veneto». Così Jonatan Montanariello, vicepresidente della commissione Territorio e Ambiente a Palazzo Ferro Fini e consigliere del Partito Democratico, interviene a nome anche del capogruppo Giacomo Possamai e dei colleghi Anna Maria Bigon, Vanessa Camani, Andrea Zanoni e Francesca Zottis. «Il Governo ha mantenuto le promesse, accogliendo le richieste avanzate dagli enti locali, incluso il Consiglio regionale del Veneto che aveva approvato una mozione proprio nell’ultima seduta, la scorsa settimana. Adesso crediamo sia urgente definire modalità di assegnazione che evitino di penalizzare in maniera oggettiva e importante alcune aree del Paese, costringendo poi a inevitabili interventi in corsa per correggere queste storture».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pnrr, 905 milioni di euro per il Veneto: «Grande vittoria dei sindaci»

TrevisoToday è in caricamento