rotate-mobile
Attualità Valdobbiadene / Via Guicciardini

Ospedale Guicciardini, lavori di riconversione grazie ai fondi del Pnrr

In arrivo 45 milioni di euro di finanziamenti per l'Ulss 2: l'ex Covid hospital diventerà casa e ospedale di comunità grazie a un progetto da oltre 8 milioni. Nuova centrale operativa territoriale da 192mila euro

Il piano regionale di attuazione del Pnrr deliberato dall’Ulss 2 punta a rilanciare la sanità trevigiana entro il 2026. Nello stanziamento di circa 45 milioni di euro, 16 saranno destinati alle case di comunità, 14 ai 5 ospedali di comunità, e 1,5 milioni alle 8 centrali operative territoriali. Emblematico il caso di Valdobbiadene, dove gli stanziamenti del Pnrr saranno l’occasione per concludere finalmente la riconversione ospedaliera del Guicciardini.

Il padiglione degenze, già protagonista di un ripristino record come Covid Hospital e per la prima accoglienza dei profughi ucraini, sarà implementato diventando sia una nuova casa della comunità per 820mila euro, rafforzando i servizi ambulatoriali specialistici, ma anche un nuovo ospedale di comunità per 7,3 milioni di euro alleggerendo gli ospedali principali. Da non dimenticare, infine, la creazione della nuova centrale operativa territoriale per 192mila euro. Il tutto in un unico progetto che punta a diventare sempre più di riferimento per l’intero distretto sanitario. Il consigliere regionale Tommaso Razzolini del gruppo consiliare Fratelli d’Italia, in qualità di membro della Quinta commissione consiliare permanente in materia di politiche sanitarie, conclude: «Si tratta di un piano ambizioso che rilancia la sanità trevigiana e veneta».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ospedale Guicciardini, lavori di riconversione grazie ai fondi del Pnrr

TrevisoToday è in caricamento