Polizia locale, nasce il nuovo nucleo degli agenti in bicicletta

Per i dieci operatori che comporanno il gruppo "Bike patrol" si terrà un percorso di formazione all’Accademia Italiana Pattuglia in Bici di Brescia

I primi vigili in bici lungo la Restera di Treviso

Dieci agenti per il nuovo nucleo di Bike Patrol della Polizia Locale: a partire da maggio, a Treviso agiranno pattuglie in bicicletta per il controllo capillare del territorio, in particolare di aree verdi, parchi, piste ciclabili e quartieri. In questi giorni si sta approntando il programma di formazione ed addestramento che sarà curato dall'Accademia Italiana Pattuglia in Bici di Brescia, ente altamente qualificato per questo speciale tipo di servizio. A costituire il nuovo Nucleo intersettoriale saranno cinque operatori già in servizio più i nuovi agenti che saranno assunti con il prossimo concorso, già bandito, che prevede le assunzioni a maggio. «I servizi in bicicletta sono già una realtà per Treviso e sono stati notevolmente incrementati durante la scorsa primavera-estate -le parole del comandante della Polizia Locale Andrea Gallo- Proprio sulla base dell'esperienza acquisita, si è voluto potenziare ulteriormente questo gruppo di agenti-ciclisti per vigilare meglio sulle aree in cui è impossibile arrivare in auto. In più, i dieci agenti saranno addestrati per gestire al meglio ogni situazione».

Il programma di addestramento prevede 30 ore di lezione durante le quali verranno trattati temi come l'individuazione dei rischi durante la pattuglia ciclo-montata, il superamento degli ostacoli in ogni situazione, le modalità di pattugliamento anche in ore serali e notturne. «Le pattuglie in bicicletta potranno così raggiungere facilmente le aree verdi per il contrasto al degrado urbano come l’abbandono di rifiuti o lo spaccio di droga. Gli agenti vigileranno anche su Restera e parchi pubblici», prosegue Gallo. «Alcuni servizi in estate saranno poi svolti pure di sera, soprattutto nelle aree più affollate».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Le pattuglie in bicicletta rappresentano una risorsa per la sicurezza perché permettono un contatto diretto e immediato coi cittadini - afferma il sindaco di Treviso Mario Conte - Gli agenti verranno formati da un’Accademia altamente professionalizzante, così da garantire non solo un servizio in più ma anche controlli e interventi efficaci. Verranno impiegati agenti del Nucleo antidegrado, della sicurezza stradale e i vigili di quartiere per aumentare la capillarità e l’intersettorialità dell’azione».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale nella notte, muore allenatore del Ponzano amatori

  • Adriano Panatta sposa a 70 anni l'avvocato trevigiano Anna Bonamigo

  • Elezioni in Veneto: guida al voto per Referendum, Regionali e Amministrative

  • Omicidio di Willy, l'autore del post razzista è uno studente trevigiano

  • Un caso di Covid-19 all'asilo, in quarantena tre classi e una maestra

  • Truccavano gli esami di guida, autoscuola trevigiana nella bufera

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento