rotate-mobile
Venerdì, 19 Agosto 2022
Attualità Monastier di Treviso

27° edizione Premio Bontà “Città di Treviso”, ecco i 10 più buoni

La cerimonia domenica mattina al Park Hotel Villa Fiorita di Monastier

Si è tenuta ieri (domenica 26 giugno) a Monastier la cerimonia di consegna dei 10 Premi Bontà “Città di Treviso”, 27° edizione, conferiti dall'Unci Sezione di Treviso. Dopo il periodo pandemico, la storica manifestazione, si è tenuta in presenza al Park Hotel Villa Fiorita.

«È un riconoscimento storico, al quale teniamo molto – ha detto in apertura di cerimonia il Presidente dell’UNCI Treviso l’Uff. Gianni Bordin – Un premio per dire grazie ad associazioni o persone che si sono attivate per dare sostegno ad altre persone che hanno bisogno di aiuto. Persone che operano per il bene del prossimo, ed in particolare verso coloro che sono meno abbienti. La solidarietà fa parte dei nostri valori che come associazione portiamo avanti da sempre». Ha ribadito il presidente dell’Unci Trevigiana che ha consegnato personalmente i riconoscimenti alla presenza anche di Antonio Dotto in rappresentanza del Comune di Treviso, del vice prefetto di Treviso Antonello Roccoberton, del prefetto emerito Aldo Adinolfi e del direttore scientifico e vice presidente dell’Istituto Beato Toniolo Marco Zabotti.

Presenti anche Mons. Levon  Boghos Zechjian Arcivescovo di Istanbul  che al mattino ha concelebrato la santa messa nel duomo di Monastier assieme a Don Gianni Biasi e a Padre Giovannino di Padova. I premi Bontà 2022 sono andati a 5 associazioni, che hanno ricevuto anche un contributo economico, e a 5 persone insignite del diploma di merito.

PremiatiPonte2022

Premio Bontà 2022 con contributo a:

“Ateneo Terzo Valore Università Popolare" di Vedelago, costituitasi nel 2016 (ente a carattere nazionale), che opera come centro di educazione permanente dei giovani, degli adulti  e degli anziani. Il premio è stato conferito per l’attività espressa anche durante l’emergenza pandemica, quando si sono viste crescere le necessità e le richieste  di aiuto. Un impegno, quello dell’ Ateneo Terzo Valore Università Popolare di Vedelago, di alto valore umano e sociale che testimonia la sensibilità verso il nostro territorio.

O.A.S.I. della Mercede, Opera  Assistenza  Scarcerati  Italiani. L'OASI   di Padova è un’importante realtà  di  accoglienza   (che può  ospitare  fino  a 24 persone  in misura  alternativa   al  carcere) e offre un  servizio  necessario in  un  territorio   segnato,  in questo  periodo,  da forti complessità. Il riconoscimento è andato a Padre Giovannino cappellano    della Casa Circondariale   di Padova e Direttore dell'Opera perché offre, con i suoi collaboratori,  una ospitalità dignitosa  a chi non avrebbe  altri punti di riferimento. L’oasi mette infatti a disposizione un posto letto ma soprattutto fornisce l’aiuto per un reinserimento  nel lavoro e nella società.

AIDO, Sezione Provinciale di Treviso perché da sempre promuove la cultura della  donazione post mortem,  in base al principio  della solidarietà  sociale, e sollecita  stili di vita atti a prevenire  I'insorgenza di gravi    Ha ritirato il premio il presidente provinciale AIDO di Treviso Mario Donner. “Purtroppo – è stato ribadito durante la cerimonia- è noto  che  Ie donazioni  di organi   sono  di  gran  lunga  minori rispetto   alle  richieste. Per  alcuni pazienti  il  trapianto  è  I'unica   terapia   possibile  per  risolvere   gravi  patologie   e ritornare  a una vita normale”.

ADVAR Casa dei Gelsi, Treviso. Tante sono  Ie motivazioni   per  premiare   questa  benemerita   Associazione  che, in base al principio della solidarietà   e dell'aiuto   a chi soffre,  è  vicina agli ammalati  e alle loro famiglie  nei momenti   più  difficili  della vita. Offre assistenza  domiciliare    gratuita   agli  ammalati   in  fase  avanzata   e  terminale    della malattia   con  personale  qualificato   e volontario,   accoglie  nella  sua struttura  ammalati  che non possono essere seguiti  a casa, accoglie persone  e famiglie  per aiutarle  nella fase delicata  di elaborazione  del lutto.

Suore di San Camillo in Burkina  Faso. Le Figlie di San Camillo, sono arrivate  in questo  Paese dell' Africa  nel  1974 per  mettersi   al servizio  dei malati,   avevano  inizialmente   aperto   un  dispensario   che  oggi  è diventato   un  Centro  di  Salute  e  Promozione  Sociale, come da direttive  del Ministero   della Salute. II Centro  Medico  che esse gestiscono  nel distretto 5 della Provincia  di Kadiogo incontra  oggi molte difficoltà. Il Burkina  Faso è iI paese più  colpito  dal terrorismo   nell' Africa  Occidentale,  con il  risultato  che migliaia  di sfollati  interni  si riversano  nei Centri gestiti  dalle Suore; il numero  è in continuo aumento. La pandemia  del Covid, inoltre,  ha colpito  anche quel territori. Un effetto collaterale è la diminuzione   degli aiuti da parte dei Paesi più sviluppati

Premio Bontà 2022 con diploma di merito a:

A Matteo    Bergamo di Eraclea (VE)  imprenditore del settore autotrasporti    che ha dimostrato   in tante  occasioni  grande  sensibilità  e generosità. Ha prestato   la  sua opera   di  volontariato    sociale  sia  durante   la  pandemia   da  Covid  che  in occasione  della  guerra  in  Ucraina, trasportando personalmente con i propri mezzi     aiuti  umanitari    fino   a  Cracovia,   in   soccorso   alla   popolazione    in   fuga   dai bombardamenti    e dalle violenze.

A Mauro Migliorini,   sindaco di Asolo e Operatore  sanitario  per lunghi anni operativo   nell’Ulss 8  ora all’Ulss 2. E’ una persona  che ha dimostrato   in tante  occasioni  grande  sensibilità  e generosità.  Oltre  ad adoperarsi  come  Pubblico  Amministratore   per  la valorizzazione   della  cultura  e della bellezza della sua città, senza mai dimenticare   gli aspetti  legati al sociale e alla qualità  della vita di tutti  i cittadini, ha prestato  la sua opera  di volontariato    durante  la pandemia  da Covid mettendo   a disposizione  le sue competenze  socio-sanitarie   nel tempo  libero  da impegni  La sua sensibilità si è dimostrata   in modo  evidente  anche quando,  dopo lo scoppio  della guerra  in Ucraina,   ha  messo  immediatamente     a  disposizione   degli  spazi  pubblici   per  dare  ospitalità    in emergenza  alla popolazione  in fuga dai bombardamenti    e dalle violenze.

Alla memoria del Commendator Dino Dian, Socio fondatore    della sezione Unci di Treviso. Sezione che ha servito   e  onorato   per  lunghi   anni  con disponibilità,    competenza   e dedizione,   senza risparmio   di energie. II Comm.  Dino Dian ha fatto  parte  inoltre  del Consiglio  Nazionale  UNCI nel quale  ha rappresentato la     Sezione  trevigiana   e  per  il  quale  si è speso  fino   all'ultimo,    godendo   della  stima  e dell'apprezzamento    di tutti dell'UNCI. Il premio è stato ritirato dalla figlia Milena Dian. 

Diploma di benemerenza al Uff. Rodolfo Dalla Mora Presidente  Nazionale  Disability   Manager che si sta dedicando, con grande  passione e senza risparmio  di energie, alla creazione  di un modello  italiano  di gestione delle  buone  prassi legate  all'inclusione   di ogni cittadino   nella vita sociale, coinvolgendo   in questo progetto  sempre  più comuni. La SIDiMa ha anche sottoscritto   un protocollo   d'intesa  con L'ANCI, Associazione  Nazionale  Comuni ltaliani,   per  promuovere    la diffusione   delle  tematiche   relative   all'inclusione    avviando   progetti   e programmi    di  collaborazione    su  ambiti   specifici   e  offrendo    un  supporto    di  competenze    ed esperienze   utili   e  concrete.   Un’ obiettivo    specifico   è  anche  quello   di  affiancare le  Istituzioni.

Premio Bontà con diploma di merito anche al Alessandro Gava già direttore della Radioterapia Oncologica dell'Ospedale di   e   Presidente, socio fondatore e volontario  della    provinciale LILT. Il dottor Gava è stato, e continua ad essere, un punto di riferimento costante per tante  persone  che a lui si affidano.

Attestati di appartenenza sono poi stati conferiti al Cav Anacleto Tommasini, al cav. Tiziano Bosco, al Cav Roberto Valerio e a Domenica Filippetto. Presente alla cerimonia anche il presidente della sezione Unci di Udine Gr. Uff. Carlo Del Vecchio accompagnato dal consigliere nazionale Comm. Mariangela Fantin.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

27° edizione Premio Bontà “Città di Treviso”, ecco i 10 più buoni

TrevisoToday è in caricamento