Ponte Morandi: sit-in di protesta a Treviso contro la famiglia Benetton

Mercoledì mattina, a un anno esatto dalla tragedia di Genova, un nutrito gruppo di manifestanti si è riunito davanti alla sede di Edizione Holding, colosso del gruppo Benetton

In foto: il sit-in di mercoledì mattina (Foto tratta da Facebook)

Primo anniversario per la tragedia del Ponte Morandi, crollato a Genova il 14 agosto del 2018. Un disastro impossibile da dimenticare e che ha inevitabilmente travolto anche la famiglia Benetton, legata alla gestione di Autostrade per l'Italia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Proprio per questo motivo, mercoledì 14 agosto, in piazza Duomo a Treviso è andato in scena un importante sit-in di protesta contro la famiglia Benetton. Decine di persone si sono date appuntamento davanti alla sede di Edizione Holding, colosso del gruppo Benetton, per manifestare il loro dissenso nei confronti della famiglia trevigiana, cogliendo al tempo stesso l'occasione per ricordare le 43 persone che in quella tragica vigilia di Ferragosto hanno perso la vita. «La speranza - commentano i manifestanti arrivati in Piazza Duomo - è che simili episodi non si verifichino mai più. Al tempo stesso siamo qui per chiedere pene giuste e severe per i responsabili di questa strage». "Benetton devasta e saccheggia", "Verità e giustizia per la strage di Genova" sono alcuni degli striscioni portati in piazza dai manifestanti. I manifestanti, riuniti sotto le sigle del Comitato No Terza Corsia A13 Padova-Monselice, Potere al popolo, Cucina Brigante, Rete internazionale in difesa del popolo Mapuche, hanno citato, oltre al viadotto crollato nel capoluogo ligure, «il decentramento produttivo in Bangladesh e nei Paesi dell’Est, gli espropri delle terre dei Mapuche in Argentina» come ulteriori accuse contro la famiglia trevigiana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Smart contro un camion: muore 32enne, l'amica alla guida non aveva la patente

  • Covid, dodici lavoratori positivi in una ditta dell'hinterland trevigiano

  • Schianto sulla Pontebbana, gioielli e arnesi da scasso nella Smart

  • Con lo scooter contro un'auto, muore noto albergatore jesolano

  • Covid in azienda, 24 positivi: «Ci lavoravano dieci migranti della Serena»

  • Malore improvviso, 40enne ricoverato in elisoccorso: è gravissimo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento