Attualità

Palestra chiude: «Chiusi per troppi mesi, anch'io vittima della pandemia»

Renato Orazio, titolare di "Maenphis" a Ponzano Veneto, non potrà riaprire i battenti lunedì prossimo, 24 maggio, come accadrà invece per altri imprenditori del settore. Nessun ristoro e spese per oltre centomila euro tra bollette e affitti

L'interno della palestra

«Sono in una situazione tragica a causa dei troppi mesi in cui siamo rimasti chiusi: non abbiamo retto alla botta della pandemia. Sono stati bruciati in questo anno e mezzo di chiusura circa 100mila euro: purtroppo anche la riapertura della scorsa estate non era servita a granchè». A parlare è Renato Orazio, titolare della palestra Maenphis di via Majorana, nella zona industriale di Ponzano Veneto, costretto a gettare la spugna e a chiudere definitivamente la sua avvitià avviata nel 2007.

Da lunedì prossimo, dopo quasi sette mesi di chiusura forzata (erano gli ultimi giorni di ottobre) a causa delle limitazioni dovute al Covid-19, le palestre hanno la possibilità di riaprire. Per qualcuno, come Orazio, è però troppo tardi anche per la totale assenza di ristori a fronte di spese come bollette e affitti.

Il proprietario dello stabile che ospitava la palestra ha cercato di tendere la mano ad Orazio fin quando ha potuto, ma poi è arrivata la decisione, comprensibile, di non rinnovare il contratto d'affitto, avviando così la procedura di sfratto. «Ho retto finchè ho potuto -continua Orazio- l'idea di ripartire, riaprendo altrove, c'è ma non può essere imminente. Ora sto completando il trasloco».

Un'ultima dedica va ai tanti frequentatori della palestra, per 14 anni un vero e proprio punto di riferimento per gli amanti del fitness, non solo ponzanesi ma anche trevigiani e provenienti dai Comuni limitrofi. «Mi dispiace, sono stato una vittima di questa pandemia -chiude Orazio- Ho tenuto botta fino ad ora ma non ce la faccio più. Si chiude una porta e si apre un portone, almeno lo spero».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palestra chiude: «Chiusi per troppi mesi, anch'io vittima della pandemia»

TrevisoToday è in caricamento