Sportello postale di Ca’ Rainati: appello per la riapertura

Il sindaco di San Zenone degli Ezzelini ha chiesto chiarimenti a Poste Italiane. L'ufficio postale della frazione chiuso dopo la riapertura dello sportello centrale di San Zenone

Non si ferma l’azione di pressione da parte dell’amministrazione sanzenonese affinché Poste Italiane torni ad aprire lo sportello postale della frazione di Ca’ Rainati.

Il paese si trova in queste settimane in una situazione a dir poco straniante. Se da un lato, dopo l’evento vandalico occorso all’ufficio postale di San Zenone nell’aprile dello scorso anno quando una banda di criminali aveva fatto saltare il postamat, e attività erano state tutte concentrare nell’Ufficio postale di Ca’ Rainati con comprensivi problemi di gestione anche nel periodo di massima emergenza Covid-19 ora, con la riapertura dello sportello centrale di San Zenone degli Ezzelini, avvenuta lo scorso 9 giugno, è stata chiusa la filiale della frazione di Ca’ Rainati cosicché di nuovo i cittadini sanzenonesi si trovano un unico ufficio a disposizione. La chiusura dello sportello della frazione, in particolare, vede costretti i cittadini carinatesi a recarsi all'ufficio di San Zenone con ovvie ripercussioni sull’affluenza, tutt’altro che positive, dato anche il periodo di emergenza sanitaria legato al Covid-19. Affluenza che, in questo periodo si è ulteriormente intensificata anche a causa della chiusura obbligata dell’Ufficio postale del vicino Comune di Fonte dopo l’assalto criminoso che ha messo lo sportello fuori uso e che vede ora molti cittadini di Fonte rivolgersi allo sportello sanzenonese. Nonostante le rassicurazioni ottenute dal direttore dell'ufficio postale secondo il quale la chiusura dello sportello di Ca’ Rainati sarà solo temporanea, il sindaco di San Zenone, Fabio Marin, nelle ultime settimane ha chiesto chiarimenti con un paio di lettere a Poste Italiane.

«Il mancato servizio porta grave danno alla nostra comunità – si legge nella lettera – in un momento storico di profondo disagio come quello che stiamo vivendo per l’emergenza sanitaria in atto. L’utenza dell’ufficio di Ca’ Rainati è costituita perlopiù da persone anziane che utilizzano lo sportello sia per il pagamento delle utenze, sia per il prelievo di contanti. Sto ricevendo numerosi reclami da parte dei miei cittadini carinatesi che si vedono costretti a recarsi allo sportello di San Zenone con comprensibili disagi - conclude il sindaco Marin - Lo sportello si trova inoltre in una posizione strategica, sia perché con l’apertura della Superstrada pedemontana veneta è previsto un maggiore afflusso di persone nel territorio sia perché a settembre riaprirà la scuola primaria dopo l’intervento di ristrutturazione che si trova proprio di fronte all'ufficio postale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Malore improvviso al rifugio: 62enne muore tra le braccia della compagna

  • Pooh, nuovo disco dopo la morte di D'Orazio: «Le canzoni della nostra storia»

  • Se n'é andata Paola Maiorana, voce storica delle radio private trevigiane

  • Covid, Zaia: «Treviso è in area critica per i ricoveri ospedalieri»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Capienza ridotta in negozi e centri commerciali»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento