Predica in strada e prova a convertire i passanti: fermato dai vigili

Martedì 29 dicembre un ragazzo di 29 anni, senza mascherina e con in mano un testo sacro e un campanello, ha dato spettacolo in Corso Vittorio Emanuele II a Conegliano

La scalinata degli Alpini a Conegliano (Foto d'archivio)

Erano le 11.30 di martedì 29 dicembre quando un 29enne di origini nigeriane, residente a Vittorio Veneto, si è messo a predicare davanti alla scalinata degli Alpini a Conegliano. In una mano aveva un testo sacro, nell'altra un campanello. Chi ha assistito alla scena racconta che il ragazzo, senza mascherina in volto, cercava di avvicinare i passanti e fermare gli automobilisti in transito per convertirli.

La paura era che il giovane potesse finire in mezzo alla strada, rischiando di essere investito. Non c'è voluto molto prima che qualcuno chiamasse la polizia locale spiegando quanto stava accadendo. I vigili urbani sono arrivati sul posto pochi minuti dopo e hanno fermato il sermone del 29enne. Non appena ha visto arrivare gli agenti, il ragazzo ha indossato la mascherina e ha cercato di spiegare le ragioni del suo gesto, provando anche a convincere i vigili a convertirsi. Non avendo commesso nessun illecito, il ragazzo non è stato né multato né denunciato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Zaia: «Zona arancione in Veneto durerà un paio di settimane»

  • Veneto zona arancione per un'altra settimana: «Penalizzati dall'ospedalizzazione»

  • Lascia un messaggio al bar: «Grazie, ho vinto quasi due milioni di euro»

  • Covid: l'intestino può essere responsabile della gravità e della risposta immunitaria

  • Dimagrire velocemente: che cos'è la dieta del riso

  • Gennaio 1985 la nevicata del secolo: il grande freddo a Treviso

Torna su
TrevisoToday è in caricamento