rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Attualità

Esercitazione di Protezione Civile per posti di comando nei Comuni di Casier e Preganziol

Il rischio prevalente utilizzato ai fini esercitativi è stato quello di tipo idraulico ed idrogeologico. Sono state testate le comunicazioni tramite reti telefoniche e reti radio e sono stati coinvolti, a livello comunicativo Regione, Prefettura, Provincia, Vigili del Fuoco e tutte le strutture dei servizi (acqua, luce, gas, rifiuti, enti consortili) che, in caso di necessità, intervengono nei territori dei due comuni

Martedì 6 dicembre, nei Comuni di Casier e Preganziol, è stata effettuata un’esercitazione locale di Protezione Civile, tecnicamente definita “Esercitazione per posti di comando”. Tale tipologia di attività prevede che “il contesto esercitativo si svolga tra centri operativi ai vari livelli con la simulazione, ad esempio, della movimentazione di risorse, con lo scopo di verificare le relazioni e comunicazioni tra i vari centri, testare il processo decisionale, la tempistica di attivazione del sistema di coordinamento e le procedure di intervento”.

In entrambi i comuni l’esercitazione ha previsto l’apertura del Centro Operativo Comunale (C.O.C.) coordinato dai Sindaci che si sono avvalsi degli Assessori, dei Responsabili Comunali di Protezione Civile, dell’organizzazione comunale in relazione alle specifiche competenze, del Corpo di Polizia Locale Intercomunale coordinato dal Comandante e del Sistema di Volontariato, a sua volta coordinato dai Responsabili delle Organizzazioni Locali. L’esercitazione, con una lieve variante rispetto alla scelta metodologica d’intervento, ha altresì coinvolto operativamente le scuole dei due territori e le strutture di comunità a servizio di bambini, anziani e disabili.

Il rischio prevalente utilizzato ai fini esercitativi è stato quello di tipo idraulico ed idrogeologico. Sono state testate le comunicazioni tramite reti telefoniche e reti radio e sono stati coinvolti, a livello comunicativo Regione, Prefettura di Treviso, Provincia di Treviso, Vigili del Fuoco e tutte le strutture dei servizi (acqua, luce, gas, rifiuti, enti consortili) che, in caso di necessità, intervengono nei territori dei due comuni. L’attività esercitativa, utile al miglioramento della gestione delle emergenze a livello locale, ha fornito rinforzi positivi ai partecipanti (Apparato pubblico e sistema di Volontariato) e ha appurato un buon standard qualitativo nella gestione delle varie criticità.

Convinto dell’importanza e della validità dell’esperienza per la sua struttura comunale e per tutta la comunità, il Sindaco di Preganziol Paolo Galeano ha dichiarato: «Crediamo fortemente nell’importanza di esercitazioni pratiche come queste, che possono fare la differenza nel caso di problemi o calamità nel territorio. L’esercitazione è stata colta anche come occasione per potenziare ed adeguare alcune strutture (la sala C.O.C. – Centro Operativo Comunale e le relative strumentazioni, i gruppi di continuità e gli impianti per l’approvvigionamento energetico in caso di emergenza, gli apparecchi e le infrastrutture radio necessarie in caso di inutilizzabilità della telefonia, etc…) che ci serviranno per garantire comunicazione e continuità dei servizi durante alcuni scenari emergenziali. Un grande grazie voglio rivolgerlo a tutti i dipendenti e a tutti i volontari che si sono spesi con passione e professionalità per far sì che questo percorso si potesse sviluppare in maniera proficua per il territorio».

A sua volta, il Sindaco di Casier Renzo Carraretto ha affermato che: «L’esercitazione ci consegna un modello operativo che ci rende più consapevoli delle dinamiche e delle azioni da mettere in campo in condizioni di emergenza. L’esperienza, che ci ha consentito di porre particolare attenzione alle fragilità presenti nel nostro territorio, ha testato l’operatività di tutti i comparti del Comune che nel complesso hanno saputo rispondere in modo pronto e adeguato alle varie necessità. “Ci portiamo a casa” la volontà di perfezionare alcune strutture per rispondere sempre al meglio agli eventi calamitosi, ma anche la consapevolezza di avere delle professionalità tecniche, nel nostro personale, preparate e competenti. Il mio ringraziamento personale viene rivolto all’Amministrazione, ai volontari della Protezione Civile, alla Polizia Municipale, ai tecnici comunali e a coloro i quali si sono adoperati per il buon esito di questa iniziativa».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esercitazione di Protezione Civile per posti di comando nei Comuni di Casier e Preganziol

TrevisoToday è in caricamento