menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

San Martino, a Sambughè rievocazione storica con figuranti e animali

Coinvolti nonni, genitori e bambini. In scena gli animali veri e verranno offerti prodotti tipici del periodo

Quest'anno il gruppo festeggiamenti di Sambughè vuole ricordare il suo patrono San Martino, facendo una rievocazione storica del Santo, che si svolgerà domenica 11 novembre alle ore 11.15 sul sagrato della chiesa di Sambughè di Preganziol. Una rappresentazione che si svolge da molti anni a Sambughè e che racconta il momento in cui nel 300 D.C.  Martino Di Tours, cavaliere dell'esercito imperiale, tagliò in due il suo mantello militare per difendere un mendicante dal freddo. 

Partita da una semplice recita ora è un vero e proprio spettacolo. Quest'anno la rievocazione storica coinvolgerà circa 30 figuranti di diversa età, cui si aggiungono i collaboratori di esterna scena; sono stati coinvolti genitori, nonni, amici per fare lavori di scenografia. Dai costumi dell'epoca a bancarelle di mercato con prodotti tipici del periodo, a musici che suonano dal vivo. In scena anche animali veri. Non mancherà il cavallo del Santo e per arricchire la scenografia asino e galline. Ancora prima di iniziare la rievocazione, nei cuori dei partecipanti c'è già una grande emozione e soddisfazione, nel vedere tante persone coinvolte in una così piccola frazione di campagna che non vuole dimenticare il Santo a cui è devota.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Tre pasticcerie trevigiane in sfida a Cake Star

Attualità

Asolo, malore sul lavoro: dipendente comunale muore a 44 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Meteo

    Caldo anomalo nella Marca: «Da sabato temperature in calo»

  • Aziende

    «Positiva la scelta di istituire un ministero per la disabilità»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento