rotate-mobile
Attualità

Premio Donne e Covid, consegnato il riconoscimento a 17 professioniste dell’Ulss

Il riconoscimento era stato attribuito da Fondazione Onda, Osservatorio Nazionale sulla salute della donna e di genere, che ha coinvolto gli ospedali Bollini Rosa

Premiate, con una cerimonia tenutasi nei giorni scorsi nella Sala convegni del Ca’ Foncello, diciassette professioniste dell’Ulss 2 per l’impegno profuso nell’emergenza Covid. Il riconoscimento era stato attribuito da Fondazione Onda, Osservatorio Nazionale sulla salute della donna e di genere, che ha coinvolto gli ospedali Bollini Rosa in un’iniziativa volta a celebrare il fondamentale contributo fornito dalle donne durante l’emergenza da Covid-19.

La selezione dei nominativi da premiare nell’Ulss 2 è stata effettuata dai direttori di ospedale attraverso i seguenti criteri: performance organizzativa, responsabilità e abnegazione, capacità relazionale, episodio in evidenza. I premi sono stati consegnati dal direttore generale dell’Ulss 2, Francesco Benazzi, dal direttore sanitario, Stefano Formentini e dai direttori di ospedale, Michelangelo Salemi, Umberto Gasparotto, Alessandra Cappelletto e Marco Cadamuro Morgante. Complessivamente, a livello nazionale, sono state premiate 206 professioniste, 17 delle quali operative nei sei ospedali dell’Ulss 2.

“Ringrazio Fondazione Onda per la bella iniziativa, destinata a valorizzare il lavoro fatto dalle nostre professioniste nei mesi dell’emergenza. Esprimo la mia stima a tutto il personale sanitario per l’impegno e la dedizione dimostrati nel difficile primo periodo della pandemia – ha commentato Benazzi -. La mia gratitudine, e quella di moltissime persone, è rivolta a tutti i nostri operatori anche per quello che stanno tuttora continuando a fare perché, non dimentichiamo, l’emergenza non è ancora finita e noi siamo ancora impegnati in molteplici attività, volte a garantire il contenimento del contagio”.

Di seguito l’elenco delle professioniste premiate nell’ambito dell’Azienda sanitaria trevigiana per l’attività svolta nell’ambito della pandemia nel 2020 (la qualifica indicata è quella relativa al periodo oggetto di valutazione):

Ospedale di Treviso: Micaela Romagnoli - primario pneumologia

                                 Marzia Trevisan - coordinatrice inf. direzione ospedale

                                 Maria Vittoria Teso - infermiera malattie infettive

Ospedale di Oderzo: Nadia Tonetto - coordinatrice inf. ortopedia

                                  Elsa Clementi - coordinatrice inf. anestesia e rianimazione

                                  Sara Padovan – coordinatrice inf. blocco operatorio

Ospedale di Montebelluna: Lorena Zardo – primario laboratorio analisi

                                            Lucia Martinelli - primario ff geriatria

                                            Catia Morellato – medico pronto soccorso

Ospedale di Castelfranco:  Sabina Villalta – primario medicina

                                           Nadia Cavalli – coordinatrice inf. reparto Covid

Ospedale di Conegliano: Cesarina Facchini – primario medicina   

                                         Simona Brescianini – medico pronto soccorso

                                          Laura Barazza – coordinatrice inf. terapia intensiva

Ospedale di Vittorio Veneto:  Elena Bertondini – coordinatrice inf. pneumologia

                                               Cristina Riggi – coordinatrice inf. medicina

                                               Barbara De Toffoli – infermiere direzione ospedale

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Premio Donne e Covid, consegnato il riconoscimento a 17 professioniste dell’Ulss

TrevisoToday è in caricamento