rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Attualità

Il Premio Gambrinus Giuseppe Mazzotti taglia il traguardo della 40esima edizione

Il concorso letterario dedicato al poliedrico studioso trevigiano è uno tra i più longevi e di maggior successo del Veneto e tra i più attuali in Italia per le tematiche affrontate

È ufficialmente aperto il bando Premio Gambrinus “Giuseppe Mazzotti”, l’autorevole riconoscimento “per libri di montagna, alpinismo, esplorazione - viaggi, ecologia e paesaggio, artigianato di tradizione e Finestra sulle Venezie sulla civiltà veneta” promosso dall’ Associazione Premio Letterario Giuseppe Mazzotti e dedicato a Giuseppe Mazzotti, straordinario ed eclettico intellettuale trevigiano (scrittore, alpinista, gastronomo, salvatore delle ville venete, per molti anni consigliere del Touring Club Italiano), che quest’anno taglia l’importante traguardo della quarantesima edizione 2022.

Istituito nel novembre 1982, all’indomani della scomparsa di Giuseppe Mazzotti (Treviso, 18 marzo 1907 - 28 marzo 1981), per onorarne la figura e diffonderne il pensiero e l’opera, il Premio nacque per iniziativa della famiglia Pugliese – Mazzotti, di Adriano Zanotto, patron del Parco Gambrinus, e di un gruppo di amici dello scrittore – Toni Benetton, Cino Boccazzi, Giovan Battista Ceriana, Ugo Fabris, Alessandro Meccoli e Giovanni Vicentini -, dell’Associazione “Amici di Comisso”, del Comune di San Polo di Piave e del Touring Club Italiano, che si costituirono nel Comitato Promotore (diverrà Associazione Premio Letterario Giuseppe Mazzotti nel 1986). Il Premio fu presentato ufficialmente il 16 maggio 1983 al Circolo della Stampa di Milano e nel mese di novembre dello stesso anno seguì la prima edizione.

Da allora il Premio Gambrinus “Giuseppe Mazzotti” si distingue nel panorama regionale e nazionale per gli argomenti di grande interesse e attualità che lo caratterizzano, per la qualificata giuria e il rigore che essa adotta nella selezione delle opere. Nel corso della sua storia ha visto crescere la partecipazione e la qualità delle opere iscritte mantenendo sempre una spiccata attualità: se infatti, da un lato, il Premio può essere annoverato tra i concorsi letterari più longevi del Veneto, dall’altro è tra i pochi riconoscimenti nazionali ad esprimere la capacità di leggere il presente e il futuro in alcuni ambiti divenuti centrali nel dibattito mondiale, dall’ecologia al futuro della montagna, dal ruolo dell’artigianato alle nuove frontiere dell’esplorazione.

La partecipazione alla quarantesima edizione 2022 è riservata alle opere pubblicate tra il 1° gennaio 2020 e il 30 aprile 2022, appartenenti alle seguenti sezioni tematiche, che compongono la seconda terna di gara (anno dopo anno vi è l’alternanza delle due terne): “Alpinismo: imprese, vicende storiche, biografie e guide”, “Ecologia e paesaggio” e “Artigianato di tradizione”. I volumi dovranno essere inviati alla Segreteria del Premio entro e non oltre il 10 maggio 2022. La selezione spetterà alla Giuria del Premio Gambrinus “Giuseppe Mazzotti”, composta da studiosi, esperti e scrittori di grande spessore, che decreterà un vincitore per ciascuna delle tre sezioni di gara al quale sarà assegnato un premio di duemila euro.

L'annuncio delle opere vincitrici e di quelle eventualmente segnalate avverrà a metà ottobre e la premiazione si svolgerà al Parco Gambrinus di San Polo di Piave (Treviso), sabato 19 novembre 2022 alle 16,00. Nel corso della cerimonia sarà assegnato anche l’ambìto Super Premio “La Voce dei Lettori” del valore di tremila euro, determinato dal voto di preferenza della Consulta dei Lettori (40 rappresentanti del mondo della cultura, dell’associazionismo, della comunicazione, della scuola, dell’università), chiamata a indicare la preferita fra le tre opere già selezionate dalla Giuria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Premio Gambrinus Giuseppe Mazzotti taglia il traguardo della 40esima edizione

TrevisoToday è in caricamento