Venerdì, 30 Luglio 2021
Attualità

Premio Letterario “Parole attorno al Fuoco”: la 26^ edizione è di Loretta Chenetti

Il pregiato concorso letterario accompagna il ben più longevo Panevin di Arcade

Sabato scorso, nella suggestiva e rappresentativa cornice del Duomo di Arcade, si è svolta la premiazione del premio letterario “Parole attorno al Fuoco 2021”. L’evento, ricollocato con la stagione estiva, si sarebbe dovuto svolgere come di consuetudine, a gennaio ma l’onda pandemica non aveva permesso il suo pieno svolgimento. Parole attorno al Fuoco è il pregiato concorso letterario che da 26 anni accompagna il ben più longevo Panevin di Arcade, divenuto, oramai, un appuntamento imperdibile per gli appassionati di tradizione storica veneta che, ogni anno, gremiscono il sagrato e la piazza di Arcade al fine di prevedere l’andamento dell’anno in corso seguendo il corso delle “faville” in cielo.

Alla presenza del primo cittadino di Arcade, Fabio Gazzabin, del neo rieletto Presidente dell’Ana Treviso Marco Piovesan ed altre cariche nazionali Ana si è svolta, quindi, la cerimonia di premiazione del premio letterario. “Da primo cittadino sono orgoglioso di tenere a battesimo questo splendido premio Letterario, sono molto felice di poter dire che il Panevin ed il Premio letterario hanno reso Arcade famosa in tutta Italia, grazie agli alpini che non sono mai domi e non si spaventano di fronte a niente; mi auguro di rivedere la consueta piazza gremita nel 2022 e di poter tornare a festeggiare come sempre, senza limitazioni ne paure” ha dichiarato lo stesso Gazzabin, sindaco di Arcade.

“Sono orgoglioso di chiudere il cerchio sulla 26esima edizione del Premio Letterario che, oramai, accompagna il nostro storico Panevin, da oltre 26 anni. La pandemia a Gennaio ci ha imposto un triste stop alle manifestazioni, abbiamo comunque voluto inaugurare l’anno con un Panevin simbolico che ci ha portato qui oggi, orgogliosamente, senza la paura della Pandemia a festeggiare e celebrare i vincitori ed i segnalati del premio Parole Attorno al Fuoco. Un ringraziamento sincero alla giuria presieduta da Giovanni Lugaresi e a tutto il gruppo di Lavoro che ci ha permesso di arrivare ad oggi pieni di energia e di speranza per l’edizione 2022.” Ha dichiarato Leonardo Migotto (Presidente del gruppo Alpini di Arcade) in occasione del saluto di benvenuto ai numerosi presenti in Chiesa; “vorrei ricordare, anche, che questo evento è l’evento inaugurale dei festeggiamenti per il Centenario della nostra longeva Sezione Ana di Treviso” ha concluso un emozionato Leonardo Migotto.

A seguire il saluto di benvenuto di Marco Piovesan (Presidente della Sezione Ana Treviso): “Lo spirito Alpino non è stato spento durante questa pandemia e dalla pandemia, ed eccoci qui a festeggiare i vincitori del Premio Letterario che, oramai da 26 anni, scandisce la vita della nostra sezione e del gruppo Alpini di Arcade. Sono molto felice di avervi tutti qui riuniti in questa assolata giornata di Giugno, è segnale che lo spirito che ci contraddistingue è ancora forte e voglioso di tornare ai fasti di sempre. Sono molto felice, anche, di inaugurare la serie di eventi dedicati al 100esimo compleanno della nostra sezione proprio qui, in questa Chiesa e con questa premiazione che ricopre, per tutta la nostra sezione un valore davvero importantissimo. Ringrazio tutti coloro che si sono adoperati e che mai si sono dati per vinti anche nei momenti peggiori della Pandemia, speranzosi che questo momento che stiamo vivendo oggi si potesse effettivamente svolgere”.

“La montagna: le sue storie, le sue genti, i suoi soldati, i suoi problemi di ieri e di oggi” questo il tema a cui gli scrittori hanno dedicato le loro parole. A vincere il primo premio “La mantella di Panno” di Loretta Chenetti di Belluno. Secondo classificato il racconto di Katia Tormen “Invisibile” e terzo classificato il pezzo di Carlo Monteleone di Palmi intitolato “Un appuntamento importante”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Premio Letterario “Parole attorno al Fuoco”: la 26^ edizione è di Loretta Chenetti

TrevisoToday è in caricamento