rotate-mobile
Attualità Arcade

Premio Letterario “Parole attorno al Fuoco”: ecco i vincitori della 27^ edizione

“Tutte le stelle del Creato” di Danila Barel si è aggiudicato la vittoria in un anno ancora segnato dalla pandemia

E’ sotto la volta stellata della Chiesa Arcipretale di Arcade che si è tenuta la premiazione del Premio Letterario “Parole attorno al Fuoco” arrivato alla 27esima edizione. Ed è proprio di stelle e di desideri espressi e realizzati che parla il pezzo vincitore di questa edizione del Premio Letterario tanto caro al Gruppo Alpini di Arcade e fiore all’occhiello dell’Ana Treviso. “Tutte le stelle del Creato” di Danila Barel si aggiudica la vittoria in un anno ancora segnato dalla pandemia.

Il pezzo racconta la storia sofferta ma felice di una ragazzina non vedente che, durante la notte di San Lorenzo, esprime il desiderio di poter essere autonoma. Il desiderio, talmente forte, prende forma e si realizza quando viene costretta, da un incidente occorso al papà, a percorrere la strada verso la sua mamma nella cecità ma in completa autonomia. Ed è così che le parole e le descrizioni della mamma prendono finalmente forma aiutando la protagonista del pezzo ad essere completamente autonoma. “L’appuntamento col Premio Letterario è la risposta al motto – Gli Alpini non hanno paura – come dichiarato da Rolando Migotto (capogruppo del Gruppo Alpini Arcade). Siamo felici di poter essere tornati a premiare i vincitori ed i segnalati ad inizio Gennaio, saremo completamente felici quando potremo tornare a farlo alla luce del caldo fuoco del nostro Panevin!”.

La parola al Sindaco di Arcade Fabio Gazzabin che riflette su quanto sia “Importante perpetrare l’impegno sullo spargere cultura, in quanto argomento che eleva le menti” Pregiato il saluto del Presidente della Regione Luca Zaia, letto dall’autorevole voce dello speaker ufficiale della manifestazione Nicola Sergio Stefani: “Quanto mai come in questa occasione, fortemente supportata dalla Regione Veneto, si mostra quanto gli Alpini riescano a fare squadra e quanto il loro legame con la Montagna sia forte e risoluto” richiamando appunto ai temi principe del Premio Letterario Parole attorno al Fuoco:  “La Montagna: le sue storie,le sue genti, i suoi soldati, i suoi problemi di ieri e di oggi”

Pregiata la presenza della rappresentante del Miur la Dott.ssa Pastro che ricorda quanto la collaborazione col Gruppo Alpini di Arcade sia importante anche per gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado ai quali è dedicato un percorso di scrittura apposito: “Il percorso dedicato alla scrittura ai ragazzi delle scuole secondarie funge come da risveglio culturale, particolarmente importante in quest’anno pandemico dove i ragazzi si sono trovati a dover affrontare dinamiche e quotidianità scolastiche così diverse dal solito e che, in taluni casi, hanno portato ad importanti difficoltà e nuove sfide da affrontare. Ringrazio quindi il Gruppo di Arcade per aver iniziato questa importante collaborazione con noi e per i ragazzi.”

Il secondo posto del Premio Letterario va al pezzo “Il Tenente” di Carlo Monteleone ed il terzo posto va a Katia Tormen con “Leggero”. Con “l’ora della sera” performato dall’apprezzato ed applaudito “Ottetto Ana Treviso”, che ha magistralmente allietato la cerimonia con brani dedicati alla tradizione Alpina, si chiude il pomeriggio dedicato al Premio Letterario Parole Attorno al Fuoco con l’invito e la speranza di poter nuovamente tornare a celebrare a pieno questi eventi attorno al Panevin.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Premio Letterario “Parole attorno al Fuoco”: ecco i vincitori della 27^ edizione

TrevisoToday è in caricamento