Presentato il nuovo libro sul Mogliano Rugby “50 anni di passaggi, mischie e miracoli”

«Il libro è un simbolo che segna un percorso, 50 anni di storia che vorremo rappresentassero solo il 10% della storia che il Mogliano Rugby vede davanti a sé»

Una foto della presentazione

Nella giornata di venerdì, presso la sala consigliare del Comune di Mogliano Veneto è stato presentato ufficialmente il libro “50 anni di passaggi, mischie e miracoli”. In considerazione dell’impossibilità di dareluogo alla presentazione pubblica, l’evento ha coinvolto una delegazione ristretta. Erano dunque presenti in rappresentanza dell’amministrazione comunale: il Sindaco Davide Bortolato, gli assessoriMartina Cocito, Giorgio Copparoni, Enrico Maria Pavan, Giuliana Tochet e il presidente del consiglio comunale Lino Sponchiado.

In rappresentanza della Società Mogliano Rugby 1969 il Presidente Maurizio Piccin, i curatori dell’opera Luciana Ermini, Renato Baù e Ruggero Bellio, il team di comunicazione Aurelio Chinellato e Anna Bertolin ed, in rappresentanza degli sponsor dell’opera, Alice ed Enrico Bertoli di Decomed, Federico Geremia di SanMarco Group, Massimiliano Piccin di Labs Mobility. Riportiamo una breve sintesi dei vari interventi, come quello del Sindaco Davide Bortolato: «Lo sport come valore sociale: con lo sport infatti si riescono a percorrere quelle fasi educative e formative che in questo periodo storico sono messe in discussione. Sostegno, sacrificio, sudore e squadra sono parole essenziali in campo ma, se applicate anche nelle quotidianità, sono fondanti per qualsiasi persona retta e con profondi valori. Dobbiamo perseguire questo per le nuove generazioni, e questo libro diventa l’esempio tangibile di come un percorso sia arrivato ad una importante tappa ma, continuando a passare la palla indietro, guardando inesorabilmente al futuro».

Così invece l’assessore allo sport Enrico Maria Pavan: «Il libro è un simbolo che segna un percorso, 50 anni di storia che vorremo rappresentassero solo il 10% della storia che il Mogliano Rugby vede davanti a sé. Un simbolo di grande orgoglio, questo libro racconta storie ed emozioni della città inserite anche in un contesto di cronaca nazionale e globale. Foto e ricordi insieme a vittorie e periodi bui, questo volume evidenzia il percorso della società che si interseca con la città per diventare un binomio di eccellenza per tutto il nostro territorio».

Il Presidente Maurizio Piccin: «Ci sono momenti della vita durante i quali hai la percezione di vivere qualcosa di importante e questo, per noi del Mogliano Rugby, è sicuramente uno di questi. Siamo contenti di poter consegnare ufficialmente questo libro all’amministrazione comunale per la soddisfazione che proviamo nell’averlo realizzato e anche come testimonianza di quanto noi ci sentiamo parte di questa comunità. Nell’introduzione alla lettura del libro ho scritto: questo non è un libro sul rugby, il rugby non si può raccontare; se hai la fortuna di incontrarlo e amarlo, ti entra dentro e ti conquista, ed è per sempre perché sarai un rugbista. Questo libro racconta cinquant’anni della nostra vita e della nostra città ed dedicato a tutti coloro che ci sono stati e che hanno contribuito a scriverla».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Zaia: «Zona arancione in Veneto durerà un paio di settimane»

  • Lascia un messaggio al bar: «Grazie, ho vinto quasi due milioni di euro»

  • Veneto zona arancione per un'altra settimana: «Penalizzati dall'ospedalizzazione»

  • Telepass: «Due anni di canone gratuito per i residenti nella Marca»

  • Covid: l'intestino può essere responsabile della gravità e della risposta immunitaria

  • Dimagrire velocemente: che cos'è la dieta del riso

Torna su
TrevisoToday è in caricamento