Treviso piange il "principe" Claudio Rossi: trovato senza vita a Santa Bona

Si è spento all'età di 69 anni uno dei personaggi più estroversi del capoluogo di Marca. Il decesso è avvenuto nel suo appartamento tra sabato e lunedì scorso. Cordoglio in città

Il "principe" Claudio Rossi (Foto di Enrico Colussi tratta da Facebook)

Il suo modo unico di vestire e il carattere estroverso gli erano valsi il soprannome di "Principe". Un vero simbolo per gli abitanti del capoluogo di Marca, venuto tragicamente a mancare nelle scorse ore.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come riportato da "Il Gazzettino di Treviso" infatti, Claudio Rossi è stato trovato senza vita lunedì scorso, 27 gennaio, nel suo appartamento di Santa Bona da un dipendente dei servizi sociali andato a portargli il pranzo a casa. L'ultima volta era stato visto all'esterno del bar Tocai nella serata di sabato 25 gennaio. Da quel momento in poi nessuno ha più avuto sue notizie fino alla tragica scomparsa all'eta di 69 anni. Claudio Rossi, da giovane, aveva studiato al Riccati. Dopo il diploma una miriade di lavoretti saltuari, tra i più importanti la collaborazione con un gruppo che commerciava auto di grossa cilindrata in Libano con cui aveva lavorato come meccanico. Moltissimi lo conoscevano soprattutto per il suo amore nei confronti della pittura. I suoi quadri, esposti quasi sempre in zona Pescheria, erano stati acquistati anche dall'ex sindaco Gobbo. Percepiva la pensione ma molti trevigiani lo aiutavano con pacchetti di sigarette, pagandogli da bere al bar oppure acquistando i suoi quadri dandogli così la gioia di andare avanti. Un personaggio d'altri tempi. Con l'arrivo dell'inverno aveva iniziato a indossare una pelliccia per scaldarsi ed è stato ritrovato proprio con quella addosso nel giorno della sua dipartita. Aveva vissuto a Selvana e in centro città insieme alla mamma. Negli ultimi anni però si era trasferito in un appartamento di Santa Bona. Una vita vissuta giorno per giorno la sua che lo ha reso un personaggio unico del capoluogo di Marca dove oggi sono in molti a piangerlo e a ricordarlo con affetto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: allarme arancione in Veneto, Zaia temporeggia sull'ordinanza

  • L'auto si schianta fuori strada: morto un 22enne, due feriti gravi

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Vedelago, travolta e uccisa da un'auto di fronte al marito

  • Focolaio Covid a La Madonnina di Treviso: trovate 9 persone positive

  • Covid, Zaia: «In arrivo nuova ordinanza per limitare gli assembramenti»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento