Uffici giudiziari: quindici posti di lavoro messi a disposizione dal Comune

Il progetto è rivolto ai residenti nel territorio comunale con più di 30 anni di età e disoccupati da almeno un anno. Domande di adesione devono essere inoltrate entro il 18 maggio

Gloria Tessarolo (Foto d'archivio)

Sono aperte le adesioni al progetto “LIS Treviso 2020: occupazione e inclusione” approvato e finanziato dalla Regione Veneto per il reinserimento lavorativo in progetti di pubblica utilità.

Realizzata in partenariato tra il Comune di Treviso e la Cooperativa “Insieme Si Può”, partner operativo, l’iniziativa consentirà di impiegare 15 persone attraverso un percorso formativo e un inserimento lavorativo temporaneo negli Uffici giudiziari di Treviso. Il progetto è rivolto ai residenti nel territorio comunale con più di 30 anni di età che siano disoccupati da almeno un anno. Le attività previste riguardano interventi di tipo ausiliario destinati a migliorare il funzionamento della pubblica amministrazione da svolgersi presso il Tribunale e la Procura della Repubblica.  L’inserimento lavorativo avverrà attraverso un contratto di lavoro subordinato a tempo determinato della durata di 6 mesi per 20 ore settimanali, sottoscritto con la Cooperativa Sociale “Insieme Si Può”. Così l’assessore alle Politiche Sociali Gloria Tessarolo: «Con questo progetto intendiamo favorire lo sviluppo di percorsi di inclusione sociale ed inserimento lavorativo a favore dei cittadini trevigiani che versano in situazioni di disoccupazione e disagio socio-economico, offrendo al contempo agli Uffici Giudiziari un supporto efficace per continuare ad offrire servizi adeguati alle esigenze del territorio”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il termine per la presentazione delle domande di partecipazione è fissato per le ore 13 di lunedì 18 maggio 2020.  La domanda di adesione deve essere inoltrata al Comune di Treviso attraverso la consegna a mano allo sportello del Settore Servizi Sociali, Scuola e Cultura del Comune di Treviso (Viale Vittorio Veneto, 27 con ingresso veicolare da Via Cadore aperto nei seguenti giorni e orari: lunedì e mercoledì 9:00 -13:00) oppure a mezzo posta/raccomanda AR o posta elettronica certificata (PEC). Tutte le informazioni sono disponibili sul sito del Comune di Treviso dove è possibile reperire l’Avviso di selezione e la domanda di partecipazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: allarme arancione in Veneto, Zaia temporeggia sull'ordinanza

  • L'auto si schianta fuori strada: morto un 22enne, due feriti gravi

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Vedelago, travolta e uccisa da un'auto di fronte al marito

  • Focolaio Covid a La Madonnina di Treviso: trovate 9 persone positive

  • Covid, Zaia: «In arrivo nuova ordinanza per limitare gli assembramenti»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento