rotate-mobile
Lunedì, 30 Gennaio 2023
Attualità Centro / Piazza Rinaldi

Progetto Mille colori, Auser favorisce l’incontro tra bimbi fragili e anziani

Lunedì 16 gennaio la presentazione a Palazzo Rinaldi, l'iniziativa finanziata con i contributi della Regione Veneto, coinvolti professionisti, volontari e persone anziane

Lunedì mattina, 16 gennaio, presso la Sala Verde di Palazzo Rinaldi a Treviso si è tenuta la presentazione del progetto "Mille colori", promosso da Auser Provinciale di Treviso Aps e finanziato attraverso contributi della Regione del Veneto. Il progetto, nato da un’idea di Auser Provinciale di Treviso Aps risalente al 2021, è sorto dopo aver constatato ed accolto, attraverso la propria rete di associazioni territoriali, le difficoltà ed i bisogni di inclusione da parte di famiglie con bambini affetti da disturbi dell’attenzione e del comportamento da un lato e le difficoltà ed i bisogni di inclusione delle persone anziane.

Il progetto

Auser Provinciale di Treviso Aps, che da sempre si occupa di invecchiamento attivo, si è chiesta, dopo aver toccato con mano difficoltà e bisogni acuitisi in seguito alla pandemia ed alle restrizioni, come poter coniugare la propria mission con le nuove richieste arrivate dal territorio. Da fine 2021 e per tutto il 2022 l’associazione ha collaborato con la Conferenza dei Sindaci della provincia di Treviso e con l’Ulss2 Marca Trevigiana per elaborare un progetto concreto che creasse una rete territoriale di Comuni, professionisti, associazioni Auser locali, associazioni culturali ed associazioni sportive pronte ad accogliere bambini, dai 3 agli 11 anni, in situazioni di fragilità dovute a disturbi dell’età evolutiva e/o difficoltà psicologiche maturate in seguito all’isolamento forzato durante la pandemia. È nato così il Progetto Mille Colori che vede coinvolti quali collaboratori di Auser Provinciale di Treviso Aps: Ulss2 Marca Trevigiana, Comune di Treviso, Comune di Casier, Comune di Silea, Comune di Roncade, Comune di Ponte di Piave, Comune di Preganziol ed Associazione Auser Polaris Aps. Partner di progetto sono: Auser Gruppo Insieme Luciana e Mario Aps di Ponte di Piave, Auser Nuova Villa Aps di Monastier, Auser La Torre Aps di Casale sul Sile, Auser Lavagne di Solidarietà Odv di Treviso, Auser Anziani Casier Aps.

Gli appuntamenti

Le persone anziane, attraverso l’aiuto di educatori e volontari appositamente formati, saranno coinvolte in un’azione di scambio intergenerazionale a supporto dei bambini. Prenderanno, infatti, parte a laboratori di diversa tipologia insegnando ai bambini le loro esperienze pratiche di vita. Il Progetto Mille colori si svolgerà, infatti, in orario extrascolastico ed attuerà azioni che promuovono i processi di apprendimento di minori e persone anziane quali: teatroterapia, rugby, karate, bioterre, arteterapia, letture animate, laboratori di cucina, laboratori di falegnameria, momenti di racconto reciproco, doposcuola, utilizzo delle tecnologie e fotografia. Le attività ed i laboratori verranno attivati, al momento, nei Comuni di Treviso, Ponte di Piave, Silea, Casier e Casale sul Sile in collaborazione con le realtà del territorio. Parteciperanno alle attività minori segnalati dai servizi territoriali di riferimento e persone anziane indicate dalle amministrazioni comunali, i quali saranno sostenuti da educatori e volontari appositamente formati da professionisti del settore. Il progetto, sarà preceduto dal percorso di formazione in quattro serate “Argento Vivo – Bambini con ADHD e fragilità di comportamento”, tenute dalla Dott.ssa Emanuela Fornasier, psicoterapeuta esperta in disturbi e problematiche dell’età evolutiva. Le serate di formazione, obbligatorie per educatori e volontari che parteciperanno al progetto, saranno aperte anche a famiglie e cittadini allo scopo di sensibilizzare e dare strumenti e buone prassi di intervento a tutti coloro che si occupano di minori con difficoltà legate all’età evolutiva. Le serate di formazione si terranno lunedì 23 gennaio, lunedì 30 gennaio, lunedì 6 febbraio (presso Parco dei Moreri – Via Giuseppe Mazzini, 11 – 31057 – Silea) e lunedì 13 febbraio (presso Auditorium Scuola Primaria “A. Moro” – Via Verdi, 7 – 31047 – Ponte di Piave) dalle 20.30 alle 22.30 e si focalizzeranno sulle seguenti tematiche: - Capire l’ADHD ed i disturbi del comportamento; - Strategie di intervento per bambini con ADHD; - Ampliamo la nostra cassetta degli attrezzi; - Fare il gioco di squadra: come migliorare l’inclusione sociale dei bambini con ADHD.

I commenti

«La nostra Associazione promuove l’intergenerazionalità e la coesione sociale ritenendoli da sempre valori necessari ad una società solidale. Alle molte attività, che già sono il nostro patrimonio e alle molteplici che intendiamo promuovere, aggiungiamo ora questo progetto, considerando quanto la pandemia e le misure restrittive hanno influito sulla vita dei minori e delle persone anziane - spiega Umberto Tronchin, presidente di Auser Provinciale di Treviso -. I tre anni affrontati hanno portato ad un aumento delle diagnosi di disturbi dell'attenzione e del comportamento, di problematiche relazionali e difficoltà nel gestire la quotidianità. Il progetto nasce e si sviluppa come un supporto di rete per i bambini, attraverso attività loro dedicate in orario extrascolastico, coinvolgendo volontari, persone anziane e professionisti. Grazie al Progetto Mille colori - continua Tronchin - valorizziamo l’esperienza delle persone anziane, che tanto hanno ancora da raccontare e da insegnare, dando loro la possibilità di invecchiare in modo attivo, di inserirsi in contesti sociali strutturati e di mettere a disposizione la propria esperienza ai minori che in questo momento stanno vivendo dei momenti di difficoltà. Ringrazio tutte le istituzioni e le associazioni che hanno partecipato e dato disponibilità per la realizzazione di questo importante progetto che, speriamo, diventi un punto di riferimento per il territorio anche nei prossimi anni. Ringrazio, inoltre, anche tutti gli educatori ed i volontari a disposizione».

«Ringrazio Auser Treviso per il progetto Mille Colori - aggiunge la presidente della Conferenza dei sindaci Ulss2, Paola Roma - promosso da Auser e finanziato con il contributo di Regione Veneto, e in partenariato con l’Azienda Ulss2 e con i comuni del territorio trevigiano. Progettualità che mette insieme le generazioni, i territori con un investimento per l’intera società civile che vede trasformare i soggetti con fragilità in risorse per l’intera comunità di appartenenza. Gli anziani diventano soggetti attuatori di un welfare generativo attori fondamentali per trasmettere ai ragazzi non solo tradizioni, valori e insegnamenti ma soprattutto un mettersi in gioco a 360° gradi per sentirsi corresponsabili del benessere della loro comunità di appartenenza. I ragazzi diventano stimolo e nuova linfa per l’invecchiamento attivo nel loro territorio. Per questo ringrazio ancora una volta per il lavoro sinergico di squadra nel sociale tra Azienda Ulss2, comuni trevigiani e terzo settore».

«Siamo lieti di aver condiviso fin dalle sue battute iniziali l'idea progettuale che Auser Treviso porterà nel nostro comune e in quelli che come noi hanno deciso di collaborare - aggiunge l'assessore alle Politiche sociali Comune di Treviso, Gloria Tessarolo - L'esperienza dell'assessorato a Treviso conferma che i progetti basati sulla condivisione di competenze e risorse tra generazioni diverse sono generativi. In questo caso verrà chiesto alla popolazione anziana dei comuni di farsi parte attiva a sostegno dei bambini e ragazzi che necessitano di particolari attenzioni nel tempo extrascolastico. Le esperienze e le competenze dei nonni a servizio di tanti piccoli che potrebbero essere i loro nipoti. Il progetto Mille Colori ha un valore culturale oltre che sociale inestimabile, perché costruisce ponti tra diverse generazioni, ponti che hanno scricchiolato nella recente esperienza pandemica».

«Regione Veneto - conclude Sonia Brescacin, presidente della Quinta commissione sanità e sociale Consiglio regionale del Veneto - trova in partner importanti come Auser Provinciale di Treviso validi promotori di inclusione sociale e di servizi concreti che offrono risposta alle necessità sociali dei più piccoli. Il loro Progetto Mille Colori è stato selezionato ottenendo il sostegno pubblico all’iniziativa».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Progetto Mille colori, Auser favorisce l’incontro tra bimbi fragili e anziani

TrevisoToday è in caricamento