Progetto “Ricuciamo la comunità": i volontari cuciono 10 mila mascherine

A Silea un esercito di volontari si è adoperato per realizzare e consegnare oltre 10 mila mascherine a 4.300 famiglie del territorio per ritrovare il senso di appartenenza alla comunità

La volontaria Franca Brazzo

L’Amministrazione Comunale di Silea ha avviato e promosso il progetto “Ricuciamo la comunità” con duplice valenza: rispondere all’esigenza di fornire un dispositivo filtrante “sostenibile” a ogni abitante di Silea, nel segno della solidarietà, e veicolare il messaggio di proteggerci dal contagio nel rispetto dell’ambiente. L’Assessore alla Protezione Civile Ylenia Canzian e il Consigliere Andrea Scomparin hanno sostenuto il Sindaco Rossella Cendron nella programmazione operativa del progetto, che ha visto la collaborazione con aziende del territorio per ordinare, fornire i tessuti e tagliare i materiali come “Eughenos” di Cortina Renata ed altre come il Centro Commerciale Emisfero che ha fornito i sacchettini biodegradabili per la consegna delle mascherine in modo igienico.

Sono state così recapitate a 4300 nuclei familiari 2 mascherine lavabili accompagnate da una lettera del sindaco (in allegato) e le istruzioni per utilizzare in sicurezza la mascherina; i tessuti utilizzati sono cotone all'interno e “pelle d'uovo” e poliestere all'esterno che trattengono il droplet, i colori scelti sono in tinta neutra all'esterno e bianco all’interno, cucite con filo azzurro come il logo e lo stendardo simboli del Comune di Silea. In totale sono state prodotte oltre 10.000 mascherine, in maniera volontaria e frutto di una catena di solidarietà.

Il Sindaco Rossella Cendron: “Abbiamo intasato tutte le chat del paese alla ricerca di sarte sul territorio volenterose: ne ho chiamate personalmente oltre 40 spiegando le intenzioni. E’ stato bellissimo ascoltare il loro entusiasmo e la loro disponibilità per la comunità. La sig.ra Franca Brazzo ci ha aiutato a coordinare tutte attraverso un gruppo whatsapp e con video tutorial oltre che con la produzione dei campioni. Ringrazio dunque di cuore tutti i volontari che hanno preso parte al progetto con grande disponibilità e solidarietà verso l’intera comunità”.   

L’Assessore Ylenia Canzian alla Protezione Civile: “I volontari e  le sarte che hanno ricucito la comunità. Ho visto un filo invisibile correre lungo tutto il territorio creando un legame di collettività. Il progetto di realizzare delle mascherine per i cittadini ci ha fatto sentire uniti a distanza. Chi cuciva nella propria stanza tra fili ed elastici, chi confezionava tra sacchettini e nastri, chi consegnava tra le vie del paese. Un “grazie a tutti” non è sufficiente ad esprimere il mio grande senso di riconoscenza per tutte queste persone che hanno reso un importante servizio al territorio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ressa per le scarpe Lidl corsa all'acquisto: esaurite anche a Treviso

  • Cocaina e marijuana in casa, brigadiere dei carabinieri in manette

  • Covid, Zaia: «I dati in Veneto sono buoni, non meritiamo la zona arancione»

  • Malore improvviso al rifugio: 62enne muore tra le braccia della compagna

  • Pooh, nuovo disco dopo la morte di D'Orazio: «Le canzoni della nostra storia»

  • Non pagano l'affitto, i proprietari cambiano la serratura e li chiudono fuori

Torna su
TrevisoToday è in caricamento