menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Protezione Civile di Montebelluna: più di ventimila ore a servizio della comunità

Il sindaco Marzio Favero commenta: “Non è solo il numero di ore spese per la Comunità a colpire, ma anche la qualità e professionalità negli interventi"

Sono 20.223 le ore di servizio gratuito svolte nel 2018 dal Nucleo Comunale Pronto Intervento della Protezione civile di Montebelluna. Un dato eccezionale che mette in evidenza il prezioso lavoro svolto a favore della comunità. È questo uno dei dati del rapporto annuale della struttura che vede impegnate 50 persone, cui si aggiungono varie associazioni di volontariato che contribuiscono alla gestione della sicurezza e delle situazioni di emergenza del territorio.

Un impegno che, a livello generale, si è tradotto in 298 interventi diversi fra loro, dal supporto alla Polizia locale alla collaborazione col Suem, dall’aiuto alle Istituzioni (si pensi ai comuni alluvionati) al supporto a persone singole in difficoltà, dal presidio nelle situazioni di pericolo alla cattura e cura di animali. Oltre a questo, tutti i week end settimana sono stati garantiti i servizi di supporto alle varie manifestazioni e alle Istituzioni, con una media di 15 volontari per turno. Si tratta di una struttura, quella della Protezione civile montebellunese, riconosciuta ai massimi livelli quale sede Coc (Centro operativo comunale), sede Com (Centro operativo misto), e Capo Mandamento per le necessità istituzionali.

Dichiara il vicesindaco e assessore alla Protezione civile, Elzo Severin: “Sono davvero grato per tutte le attività che i volontari compiono anche nella dimensione socio-sanitaria. Pensiamo ai casi delle persone oggetto di Trattamento Sanitario Obbligatorio; la Protezione Civile dà una mano al Servizio Psichiatrico, ma occorre grande attenzione umana per trattare i pazienti e portarli in ospedale. Inoltre ci sono i gesti di solidarietà nei confronti delle famiglie in difficoltà, che hanno bisogno di generi alimentari, e nei confronti degli indigenti, che in caso di emergenza vengono ospitati nella sede della protezione civile comunale”.

Il sindaco Marzio Favero commenta: “Non è solo il numero di ore spese per la Comunità a colpire, ma anche la qualità e professionalità negli interventi. Netto, con gli uffici tecnici, si preoccupa di curare anche la formazione, che oggi è fondamentale perché vi sono norme da rispettare, responsabilità da assumere in tempi stretti e l’esigenza di coordinarsi con gli operai comunali. Ringrazio i volontari per il cuore e l’impegno che ci mettono. E, attenzione, spesso le situazioni da affrontare sono dure, come nel caso del recupero delle salme di persone morte in incidenti o suicidatesi e c’è l’angoscia della lotta contro il tempo nel caso di persone scomparse”.

Questi nel dettaglio gli interventi:

Corsi Formazione n° 7

Giornate Studio rivolte ai Volontari n° 5

Interventi di Assistenza a Grandi Eventi Popolari n° 6

Collaborazione con Carabinieri da protocollo per ritrovamento e brillamento ordigni bellici n° 1

Interventi urgenti per Neve n° 3

Intervento per l’Emergenza Maltempo nel Bellunese 25 Giorni con COC aperto di supporto

Materiale fornito ai Comuni colpiti dal maltempo nel Bellunese qt. 97

Ricerca persone scomparse n° 10

Persone indigenti assistite n° 5

T.S.O notturni effettuati n° 3 e n° 7 accompagnati in Psichiatria

Interventi di Recupero Salme richiesti dall’ autorità di polizia giudiziaria n° 28

Distribuzione viveri di prima necessità a famiglie bisognose n. 40 serate

Atterraggio elicotteri Istituzionali in piazzola Protezione Civile Montebelluna n° 32

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Ammoniaca vs Candeggina: chi uccide meglio i germi?

social

Tre pasticcerie trevigiane in sfida a Cake Star

Attualità

Roncade: messo in vendita il centro commerciale Arsenale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Meteo

    Caldo anomalo nella Marca: «Da sabato temperature in calo»

  • Aziende

    «Positiva la scelta di istituire un ministero per la disabilità»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento