rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
Attualità Santa Maria del Rovere / Via Guglielmo Marconi, 1

Protezione civile: «Nel 2022 oltre 12mila ore offerte dai volontari alla città»

Venerdì 23 settembre la messa per la festa del santo patrono, San Pio da Pietrelcina. Diffusi i dati relativi all’ultimo anno di servizi nella Marca: Giro d’Italia e Treviso Marathon le manifestazioni più impegnative

Sono oltre 12mila (12.202) le ore di attività svolte nel corso dell’anno (settembre 2021-settembre 2022) dai volontari del gruppo comunale della Protezione Civile di Treviso. 

In occasione della festa del Patrono, San Pio da Pietrelcina, il Gruppo ha condiviso i dati relativi all’ultimo anno di servizio alla comunità. Archiviato il periodo della pandemia, che aveva richiesto ai volontari la costante presenza agli hub vaccinali, il numero di ore di operatività si è diviso tra le attività a supporto di manifestazioni ad impatto rilevante, fra le quali il Giro d’Italia e la Treviso Marathon; la presentazione alla popolazione del nuovo Piano comunale di Protezione civile (2.869 ore); le attività manutentive in sede di tutte le attrezzature messe a disposizione dall’Amministrazione comunale (2.619 ore); gli addestramenti formativi (3.168 ore), con esercitazioni anche congiunte con altri Gruppi in varie località come Castello di Godego, Chies d’Alpago e Maserada sul Piave; le riunioni per definire programmazioni e strategie del Gruppo (1.135 ore); le attività residue a contrasto della pandemia (327 ore). Per le emergenze, legate soprattutto ad eventi meteo estremi, sono state impegnate 612 ore. Particolare attenzione è stata data alla formazione, con vari corsi di riqualificazione dei Volontari, per un totale di 1.182 ore di presenza, e alla comunicazione delle attività del gruppo tramite social network. 

I commenti

«Ringrazio la nostra Protezione Civile per il grande servizio per la comunità - le parole del sindaco di Treviso, Mario Conte -. La disponibilità nelle più svariate attività, dagli eventi atmosferici alla distribuzione delle pastiglie antilarvali nell’ambito del Piano antizanzare, il Gruppo volontari ha dimostrato sempre disponibilità, passione e disponibilità».

«I numeri dell’attività della Protezione civile di Treviso - aggiunge il Comandante della Polizia locale, Andrea Gallo - dimostrano il grande impegno e sacrificio da parte di tutti i volontari che, sacrificando spesso anche impegni familiari, si mettono a completa disposizione della collettività. Il settore Polizia Locale-Protezione civile anche in questi 12 mesi ha investito risorse economiche per garantire corsi di aggiornamento, dotazioni e mezzi per garantire una operatività al massimo dell’efficienza del gruppo».

«Dopo la pandemia siamo tornati alle normali attività d’istituto, dando una particolare rilevanza alle esercitazioni e alla formazione che il Covid ci aveva, se non impedito, sicuramente rallentato - conclude il coordinatore del gruppo, Riccardo Mastronicola -. Ringrazio l'amministrazione comunale, in particolare il sindaco e il comandante della polizia locale, per il supporto e la fiducia che ci dimostrano costantemente: come Gruppo continueremo a dare il nostro massimo impegno a favore della collettività».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Protezione civile: «Nel 2022 oltre 12mila ore offerte dai volontari alla città»

TrevisoToday è in caricamento